×

Tropea, sposi vincono causa contro band che non suonò al matrimonio: la sentenza del giudice

Una coppia di sposi di Tropea ha vinto una causa contro una band che non suono al loro matrimonio, poiché bloccata in un incidente, rovinandolo.

band
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

Una coppia di sposi di Tropea ha vinto una causa intentata contro una band ingaggiata per suonare al matrimonio. La band, infatti, non si presentò all’evento dopo essere rimasta coinvolta in un incidente stradale, provocando “uno stato di profondo e persistente dispiacere, stress, nervosismo e imbarazzo” ai novelli sposi.

Tropea, sposi vincono causa contro band che non suonò al matrimonio

È accaduto a Tropea, in Calabria, dove una coppia di sposi ha vinto una causa intentata contro una band incaricata di suonare al loro matrimonio, che non ha potuto presenziare all’evento poiché rimasta bloccata per un incidente.

Secondo la sentenza del giudice di pace di Milano, i coniugi dovranno essere risarciti dalla band in quanto la mancanza di musica alla cerimonia “ha comportato uno stato di profondo e persistente dispiacere, stress, nervosismo e imbarazzo”.

La vicenda si è verificata il 30 giugno 2018 a Tropea, in provincia di Vibo Valentia, e si è conclusa dopo una lunga battaglia legale culminata nella sentenza del giudice e nella constatazione che si sia verificata una violazione della Costituzione.

Tropea, sposi vincono causa contro band: la sentenza del giudice

La sentenza che prevende il rimborso della coppia di sposi soddisfa la richiesta presentata dai coniugi, volta a ottenere il rimborso del cachet versato alla società presso la quale si erano rivolti per la band.

A questo proposito, è stato segnalato che la società non aveva provveduto a risarcire gli sposi per la mancata presenza dei musicisti alle nozze né si era premurata di inviare una band sostitutiva. Pertanto, la società è stata condannata a risarcire ai suoi ex clienti un dannomorale corrispondente a “circa dieci volte il corrispettivo pattuito”, ai quali dovranno essere aggiunti 1.500 euro di speselegali.

La decisione è stata motivata dal giudice nei seguenti termini: “La lesione dell’interesse sotteso al contratto e relativo alla riuscita di una cerimonia che rappresenta un unicum nella vita di una coppia comporta uno stato di profondo e persistente dispiacere, di stress, di nervosismo, di preoccupazione e di imbarazzo”.

Tropea, sposi vincono causa contro band: la violazione della Costituzione

Inoltre, per avvalorare la decisione relativa al maxi-rimborso, il giudice ha fatto anche riferimento a una violazione della Costituzione, asserendo: “L’importanza sociale riconosciuta all’evento diretto al soddisfacimento dei diritti inviolabilitutelati dall’articolo 2 della Costituzione: la libertà della comunità familiare, cioè il matrimonio. Il turbamento patito non può che condizionare negativamente il ricordo di un giorno unico e non ripetibile”.

In questo modo, quindi, sono state respinte le giustificazioni addotte dalla società che aveva attribuito a una causaesterna – l’incidente stradale – l’assenza della band alle nozze: “L’incidente appare oltre che sfornito di certa provaanche non integrare circostanza eccezionale, inevitabile, imprevedibile e, soprattutto, insuperabile”.

Contents.media
Ultima ora