×

USA, giovane di 12 anni vittima di bullismo si è tolto la vita. La madre: “Non sono riuscita a salvarlo”

Una drammatica storia arriva dallo Utah. Un giovane di 12 anni vittima di un bullo si è suicidato. La madre: "Stava combattendo una battaglia".

giovane bullismo

Una storia molto drammatica arriva dagli Stati Uniti. Drayke Hardman, un giovane di soli 12 anni da tempo vittima di bullismo, si è tolto la vita. Da quanto si apprende, che Drayke fosse preso di mira da un bullo era noto a tutti.

Nonostante ciò nessuno, nemmeno la sua famiglia, è riuscito ad evitare il drammatico evolversi della situazione.

Giovane di 12 anni vittima di bullismo si toglie la vita: la vicenda

Qualche giorno prima di togliersi la vita, Drayke era rientrato a casa con un occhio nero. Per evitare che vi fossero conseguenze, scelse di non dire nulla a casa. Amante del basket, tanto da non saltare mai un allenamento, nelle ore immediatamente antecedenti, non si recò in palestra.

A trovarlo ormai in condizioni gravissime è stata la sorella. Gli sforzi del personale medico sono stati tuttavia vani: il suo cuore ha smesso di battere per sempre in ospedale.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_nara)

Il bullo era stato sospeso

Sia la famiglia che la scuola avevano cercato di parlare con il bullo, che nel frattempo era stato sospeso. Nonostante le richieste, il giovane aveva continuato. C’è di più. Gli psicologi avevano chiesto a Drayke se avesse mai pensato di togliersi la vita, ma quest’ultimo aveva risposto di no.

Il dolore della madre

La madre in un post sui social ha affidato le parole di dolore per la perdita del figlio: “Questo è il risultato del bullismo.

Il mio bel bambino stava combattendo una battaglia nella quale neanche io avei potuto salvarlo. […] È reale, è silenzioso e non c’è assolutamente nulla che si possa fare per superare questo profondo dolore”.

Sulla vicenda si è espressa anche Wanda Nara che su Instagram ha invece scritto: “Questa storia fa male alla mia anima. Sono convinta che il bullismo provenga dagli adulti, i bambini copiano e assorbono ciò che sono gli adulti. I bambini non sanno di questo o del male. Abbiamo l’obbligo assoluto di far crescere figli che sappiano rispettare, e capire che siamo tutti diversi e speciali, ma soprattutto amare gli altri. Purtroppo sono intossicati dal cattivo esempio e dalla poca educazione ricevuta alla CASA. Noi genitori dobbiamo educare e lavorare al rispetto in casa”.

Contents.media
Ultima ora