BlaBlaCar: guida rapida per autostoppisti

Guide

BlaBlaCar: guida rapida per autostoppisti

BlaBlaCar

Alcuni consigli pratici per utilizzare BlaBlaCar, il tool di carpooling più conosciuto del mondo.

A prescindere dalla sua diffusione sempre più capillare (a oggi, circa 25 milioni di utenti sparsi in 22 paesi), la app francese di carpooling BlaBlaCar, destinata a mettere in contatto persone che desiderano raggiungere una medesima destinazione e sono disposte a farlo condividendo l’auto con (e spesso di) perfetti sconosciuti, dividendo con loro le spese vive del viaggio, sta facendo parlare di sé anche per alcuni “incidenti diplomatici” che coinvolgono alcuni utenti più o meno illustri. È stato il caso, recentemente, della consigliera regionale dell’Emilia-Romagna Raffaella Sensoli, in quota M5S, scoperta a offrire viaggi sulla tratta Rimini-Bologna attraverso la popolare piattaforma, al costo di 6 euro, malgrado questi fossero già oggetto di rimborso da parte della stessa regione. È dunque opportuno tenere a mente alcune regole base per non incorrere in brutte sorprese e godere di una perfetta esperienza da autostoppisti attraverso BlaBlaCar.
Innanzitutto, e questo vale come consiglio di buon senso in assoluto, bisogna valutare attentamente i propri compagni di viaggio.

È vero, infatti, che BlaBlaCar verifica e certifica gli utenti iscritti, ma è vero altresì che, secondo la policy dell’azienda, citiamo alla lettera, “poiché la condivisione dell’auto per il viaggio proposto sulla piattaforma si basa esclusivamente su un accordo tra il Conducente e i suoi Passeggeri, gli utenti del servizio agiscono sotto la loro esclusiva e completa responsabilità”. In teoria, dunque, la RC Auto dovrebbe coprire eventuali incidenti, anche se nel tempo BlaBlaCar ha messo a disposizione una piccola assicurazione aggiuntiva. Le controversie, tuttavia, rimangono, soprattutto per quanto riguarda l’accertamento di responsabilità in caso di sinistro.
Se avete messo in chiaro questi aspetti, e siete pronti a sopportarne le ambiguità, potete tranquillamente utilizzare questo tool. Il funzionamento è semplice, si basa su una semplice autenticazione tramite email o profilo Facebook, e richiede delle commissioni molto basse per ciascun passeggero. A quel punto, indicata la tratta a voi necessaria, e se siete conducente o semplice passeggero, potete cercare gli aspiranti compagni di viaggio sulla base dell’agile database presente nel sito.

E buon viaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*