Borneo: salvata Vena, cucciola di orango che viveva come animale domestico

Animali

Borneo: salvata Vena, cucciola di orango che viveva come animale domestico

orango
Kendawangan, Borneo. Viaggiando verso questo paese è vietato portare animali con sè, come farli uscire. Ma ne entrano e escono a migliaia ogni giorno.

Kendawangan, Borneo. Viaggiando verso questo paese è vietato portare animali con sè, come farli uscire. Ma ne entrano e escono a migliaia ogni giorno.

Proprio qui Vena, una cucciola di orango, è stata allevata in casa come fosse un animale domestico. Fortunatamente alcuni animalisti del’ONG Animal Rescue Center Internetional l’hanno trovata e salvata. Per ora si trova nel loro centro, dove verrà curata e monitorata da alcuni veterinari: lo scopo della missione è far sì che torni a vivere nel proprio habitat naturale.

In Indonesia è un porblema diffuso, putroppo. Solo lo scorso anno gli animalisti dell’organizzazione hanno salvato ben 22 oranghi che vivevano nella stessa situazione di Vena.

Ormai, anche “grazie” a internet è possibile comprare questi animali da casa propria, il che porta molte famiglie bisognose ad allevarli in casa cosìda poter recuperare dei soldi: questi animali esotici arrivano a costare anche 10.000 euro l’uno.

Un altro caso che fece scalpore fu quello di Joss, un orango che era stato comprato da una famiglia indonesiana per regalarlo ai figli come “giocattolo“.

Anche l’International Animal Rescue (IAR), un’altra associazione ambientalista, si sta impegnando per salvare questi animali, assieme ai polli dalla pelle nera e ad altre specie esotiche.

Sul loro sito internet è possibile adottarli a distanza, pagando le cure mediche e il cibo cosi come il team che si occuperà di re-inserirli nel loro habitat naturale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche