“Borriello: Destro? Per questo via da Roma”

Calcio

“Borriello: Destro? Per questo via da Roma”

"Borriello: Destro? Per questo via da Roma"
"Borriello: Destro? Per questo via da Roma"

Parla Marco Borriello ospite alla Domenica Sportiva: via da Roma perché non avrei avuto spazio. Mattia Destro davanti a me nelle gerarchie delle squadra

Marco Borriello, 35 anni, centravanti del Cagliari, ospite al programma “La Domenica Sportiva”. Borriello si racconta, racconta dei suoi gol e della sua carriera iniziando proprio dalla sua situazione attuale.

A Cagliari l’attaccante ha trovato una seconda giovinezza. Ha vinto la scommessa contro chi lo riteneva un giocatore ormai finito, e lo ha fatto nel modo in cui ogni attaccante dovrebbe farlo: segnando. Nel campionato in corso ha già esultato ben 12 volte. Grazie ai suoi gol, il Cagliari vive una situazione serena in classifica, già vicino alla matematica salvezza.

Borriello racconta del suo periodo positivo, di come il clima di Cagliari lo abbia aiutato a ritrovare la condizione ottimale non solo fisica ma anche psicologica. Nelle parole del trentacinquenne napoletano vi è la speranza che il contratto con la squadra sarda possa essere prolungato di altri due anni.

Ma il bomber rossoblu parla anche del suo passato.

Indica come ultimo momento di svolta della sua carriera quello bergamasco. A Bergamo infatti, durante il periodo con l’Atalanta, Borriello ha incontrato un nutrizionista che gli ha permesso di riacquistare la condizione fisica migliore. Poi la Roma, l’esperienza inglese con il West Ham e il Milan. “Alla Roma – dice Borriello – ho iniziato bene. Nel 2013 la stagione partì con il piede giusto; le prime partite iniziai quasi sempre da titolare poi la società mi disse che Destro, rientrato dall’infortunio, era davanti a me nelle gerarchie”. Così il centravanti ha preferito cambiare aria e spostarsi in Inghilterra. Da lì a Milano, sponda rossonera, dove Borriello si è affermato come ottimo giocatore, salvo poi passare in seconda fila per l’arrivo di Ibrahimovic.

Oggi il trascinatore del Cagliari sembra però aver ritrovato le fila della sua carriera per buona fortuna della propria squadra e della sua tifoseria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche