Capelli e invenzioni - Notizie.it

Capelli e invenzioni

Guide

Capelli e invenzioni

Per molti anni, l’umanità ha dedicato una quantità incredibile di tempo ai capelli e su come prendersi cura di essi. Solo nel corso del secolo scorso, gli scienziati hanno brevettato molte invenzioni e prodotti per i capelli, per persone di tutte le età. Ecco alcune invenzioni particolarmente importanti nella storia dell’acconciatura.

Balsamo

Il balsamo per i capelli è un prodotto comune nei bagni di tutto il mondo, ma prima del 20 ° secolo non c’erano molte possibilità per mantenere i capelli lucidi e sani. Le cose sono cambiate con il profumiere francese Edouard Pinaud che presentò un prodotto chiamato “brillantina” all’Esposizione Universale di Parigi nel 1900. Lo scopo del prodotto era di ammorbidire i capelli e la barba degli uomini. Da allora, l’industria ha continuato a sviluppare innovazioni in materia di balsamo per capelli, e la scelta di marche e tipologie sono tantissime.

Tinture per capelli e colorazioni

Anche la tintura per i capelli è un prodotto molto diffuso tra chi non è soddisfatto del proprio colore di capelli, o da chi vuole semplicemente cambiare aspetto di tanto in tanto.

Anche se una qualche forma di colorazione per capelli esiste da molti secoli, è stato il chimico francese Eugène Schueller a creare per primo nel 1907 una tintura commerciale a base di p-Fenilendiammina, oggi ancora utilizzata in polimeri. La società di Schueller, Société Française de Teintures Inoffensives pour Cheveux, alla fine ha cambiato il suo nome ad un marchio più riconoscibile: L’Oreal.

Phon

Il phon è un’invenzione molto apprezzata dalle donne – e a volte anche dagli uomini – perché per asciugare i capelli lunghi spesso non basta un semplice asciugamano. Nel 1920 ci fu l’introduzione del primo asciugacapelli, un prodotto che era molto grande e ingombrante e spesso si surriscaldava. L’industria ha introdotto un asciugacapelli più piccolo e più funzionante nel 1951 e da allora gli asciugacapelli non sono cambiati molto.

Trapianto di capelli

Mentre il problema della calvizie non è stato ancora risolto, l’industria “dei capelli” ha sviluppato una serie di innovazioni negli ultimi due secoli.

Si deve ad un dermatologo giapponese la scoperta di un metodo per il trapianto di capelli, nel 1939, anche se la seconda guerra mondiale ha ritardato la sua diffusione al resto del mondo. Un medico americano, il dottor Norman Orentreich, scoprì alla fine degli anni 50 che il trapianto di capelli sarebbe stato più efficace se i capelli venivano presi da zone resistenti alla calvizie come i lati e il retro della testa. Ancora oggi il trapianto di capelli utilizza alcuni dei primi metodi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*