Chi è Sergio Mattarella nuovo presidente della Repubblica

Guide

Chi è Sergio Mattarella nuovo presidente della Repubblica

Chi-è-Sergio-Mattarella-nuovo-presidente-della-Repubblica
Chi-è-Sergio-Mattarella-nuovo-presidente-della-Repubblica

Dal 3 febbraio l’Italia ha un nuovo presidente della Repubblica: Sergio Mattarella. Ma chi è Sergio Mattarella, primo siciliano a diventare presidente?

Nato a Palermo nel 1941, dopo la laurea in Giurisprudenza a Roma rientra a Palermo, dove si avvicina alla Democrazia Cristiana.

Nel 1980 suo fratello Piersanti, allora presidente della Regione Sicilia, viene ucciso da Cosa Nostra. Forse anche per questo Sergio Mattarella decide di partecipare più attivamente alla vita politica siciliana, impegnandosi in una serie di riforme volte a rinnovare i vertici del potere della regione ad arginare il potere della mafia.

Eletto deputato per la prima volta nel 1983, è ministro dei Rapporti con il Parlamento nei governi Goria e De Mita, e ministro della Pubblica Istruzione con il governo Andreotti nel 1989, apportando varie riforme alla scuola elementare e superiore. In disaccordo con l’approvazione della legge Mammì sul sistema radiotelevisivo, si dimette nel 1990.

Nel 1993 si fa promotore del cosiddetto Mattarellum, la legge elettorale con cui si è votato dal 1994 al 2001, che prevede un sistema maggioritario, ma con un 25% dei seggi attribuito con il proporzionale.

Accusato di aver ricevuto una mazzetta durante l’inchiesta Tangentopoli, si dimette da ogni incarico fino all’assoluzione.

Tra i fondatori del Partito Popolare Italiano nel 1994 e direttore del quotidiano Il Popolo, si avvicina all’Ulivo di Romano Prodi e ricopre l’incarico di vicepresidente del Consiglio nel governo D’Alema del 1998-99.

Come ministro della Difesa fino al 2001, con i successivi governi D’Alema e Amato, gestisce la crisi in Kosovo, che vede l’intervento della Nato, e ristruttura il sistema della difesa, abolendo tra l’altro la leva obbligatoria.

È tra gli estensori del manifesto del Partito Democratico nel 2007 e ricopre il ruolo di deputato fino al 2009.

Nel 2011 viene eletto giudice della Corte Costituzionale, fino ad approdare alla presidenza della Repubblica il 31 gennaio 2015.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*