Chi ha inventato il Telefono

Guide

Chi ha inventato il Telefono

Il telefono è sicuramente una delle invenzioni più utile tra quelle ideate e brevettate nel XIX secolo. Ai giorni nostri è tra le tecnologie più sviluppate, tanto da diventare un computer in miniatura da portare sempre con sé, così da cambiare anche il suo nome in smartphone.

Ma chi davvero conosce la storia dell’invenzione del telefono? Intanto iniziamo dicendo che, finalmente, l’11 giugno 2002, grazie alle ricerche svolte da un ingegnere italiano, la paternità di questa utilissima invenzione è stata finalmente riconosciuta ad un’altro italiano, Antonio Meucci, che ne presentò un brevetto provvisorio nel 1871, ma a causa dell’alto costo del brevetto definitivo non poté rinnovarlo fino al 1873. Meucci ha poi provato a proporre l’invenzione a una compagnia telegrafica di New York. Il 7 marzo 1876, Alexander Graham Bell, che probabilmente vide il progetto di Meucci, ne depositò il brevetto, attribuendosi così la paternità del telefono..

La diffusione del telefono iniziò proprio in Italia, nello specifico a milano nel dicembre del 1877, quando venne attivata la linea tra due apparecchi ideati dai fratelli Gerosa.

Ma il vero e proprio servizio telefonico ha inizio solo nel 1881, per poi avere il suo boom di abbonati già nei primi anni del 900.

Dobbiamo ringraziare Antonio Meucci se oggi riusciamo a comunicare in larga scala anche a distanza, senza la sua illuminante idea, probabilmente useremmo ancora il telegrafo!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Maria Aufiero 170 Articoli
Traduttrice Freelance dal 2013, appassionata di arte, cultura e scrittura