Ciao Rita? COMMENTA  

Ciao Rita? COMMENTA  

Navigando sulla Home page di Facebook scopro che oggi è venuta  a mancare Rita Levi Montalcini. Inizialmente penso sia uno scherzo e comincio a cercare conferme sul web. mi imbatto in un necrologio che spiega un po’ della sua storia. era figlia  di ebrei ripudiati da Isabella di Castiglia. Aveva due sorelle e un fratello, ha lavorato con altri due premi nobel, o meglio, è stata loro collega di università, Luria e Dulbecco.


Sapete perchè mi è sempre piaciuta?al di là dell’aver pensato più volte che fosse dotata di immortalità? è una donna che per i sui tempi si può dire sia stata una pioniera.

quante donne della sua epoca hanno ricevuto il titolo di senatore a vita, il premio nobel e si sono distinte per meriti nella ricerca scientifica? si sa, le donne non sono spesso famose per le doti scientifiche.

Ma soprattutto è motivo di stimolo e di proattività per chiunque voglia coltivare passioni, tendenze all’azione e alla scoperta scientifica. una donna attiva e piena di interessi fino a 103 anni.

L'articolo prosegue subito dopo

arrivarci lucidi e perfettamente consapevoli del mondo che cambia alla sua età!

spero la notizia vista un po’ su vari blog sul web non sia un fake. ho controllato, era anche presente su testate giornalistiche maggiori e più influenti. qualora fosse un fake, scusaci Rita. Ma si dice che queste notizie allunghino la vita. e il post resterà soltanto un modo per farvi scoprire i mie modelli e le persone per me degna di stima e un modo un po’ grossolano di farti un salutino: CIAO RITA!

Leggi anche

About Paola Pinto 33 Articoli
Ho trent'anni, adoro il rosso, dipingere, parlare e raccontare storie, spiegare le cose ai più piccoli e a tutte le persone curiose di apprendere. sono psicologa, psicoterapeuta in formazione e dottoranda in scienze dell'educazione. Lavoro con bambini e adolescenti, soprattutto con quelli che hanno problemi a scuola per difficoltà e disturbi dell'apprendimento e problemi a socializzare con i coetanei. se vuoi saperne di più, sul mio lavoro e sui miei articoli contattami: paolapinto6@gmail.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*