Come si diventa un giornalista di viaggio?

Come si diventa un giornalista di viaggio?
Come si diventa un giornalista di viaggio?

Un giornalista di viaggio ci permette di viaggiare attraverso la lettura. Ma come si diventa giornalista di viaggio? Ecco una spiegazione precisa di questa particolare figura.

Un giornalista di viaggio esplora nuove destinazioni e condivide le sue osservazioni con gli altri attraverso la scrittura. Una delle cose più importanti per questo tipo di lavoro è il desiderio di viaggiare e di sperimentare nuovi ambienti e nuove culture. Ci vogliono molte qualità per diventare un giornalista di viaggi, ad esempio, l’ energia fisica, un senso di osservazione e un talento per le descrizioni.

Leggi anche: Che cosa significa il termine vlogger?

I Parte: Comprendere le necessità del lavoro

1 Sappiate che i giornalisti di viaggio non sono ben pagati. Si potrebbe sognare di essere inviati in tutto il mondo ed essere pagati profumatamente per farlo, tutte le spese di viaggio pagate, di guardare le persone ai tavolini di un caffè in Italia. In realtà, pochi giornali o editori pagano i costi dei loro giornalisti di viaggio, soprattutto se si tratta di un libero professionista che non è dipendente della società in questione.

Leggi anche: Chi è Zoella, la fashion blogger con più di 6 milioni di fans?

  • Molti giornalisti di viaggio lavorano per conto proprio come liberi professionisti, i cosiddetti freelancer, e lavorano passando da un contratto all’altro, da una storia all’altra. Questo significa che non possono avere un reddito regolare e può essere difficile fare un sacco di soldi se il vostro reddito dipende dalla commissione di un articolo.
  • Allo stato attuale, il prezzo di un articolo di circa 500 parole è compreso tra 10 e 1.000 euro. Solo  esperti giornalisti di viaggio, che scrivono per importanti quotidiani da anni, guadagneranno più soldi per un articolo. Molti giornalisti di viaggio guadagnano dai 25 ai 300 euro per un articolo. Se si riesce a scrivere un buon reportage  o una storia che compare in copertina, si guadagnano più soldi. Tuttavia, può essere difficile ottenere le storie più redditizie e bisogna scrivere molti articoli regolarmente per sostenersi finanziariamente in questa carriera.

2 Comprendere la difficoltà di trovare un lavoro a tempo pieno. Ci vogliono anni di esperienza per trovare un lavoro come giornalista di viaggio in una rivista famosa e questo potrebbe essere difficile anche se si sta costruendo una solida reputazione nel settore. I giornali e le case editrici  diminuiscono man mano che la scrittura di articoli si muove su piattaforme online.

  • Dovrete essere pronti a lavorare da freelance per costruire il vostro portfolio. Questo significa che sarà necessario creare regolarmente articoli per numerose riviste e scrivere molti articoli che saranno mal pagati, forse per anni. Come libero professionista, bisognerà anche organizzare il proprio viaggio, l’itinerario e trascorrere molti giorni viaggiando da soli.
  • Affinché la scrittura di articoli di viaggio diventi un lavoro a tempo pieno, bisogna fare sempre nuovi  contatti e farsi un nome in questo settore. Questo può richiedere diversi anni di lavoro, passando da un contratto ad un altro, per farsi un nome. Molti giornalisti di viaggio fanno un altro lavoro per finanziare il loro sogno della scrittura.

3 Ricordate i benefici generati dalla posizione di giornalista di viaggi. A causa della bassa retribuzione e la precarietà del lavoro, può essere spaventoso continuare una carriera in questo campo. Tuttavia, molti giornalisti la scelgono perché permette loro di scoprire luoghi dove non sono mai stati e di incontrare persone che non avrebbero mai incontrato se non fosse stato per la scrittura di una nuova storia in un certo luogo. Spesso i giornalisti di viaggio sono appassionati del loro lavoro e amano l’avventura e l’eccitazione che provoca in loro questa carriera.

L'articolo prosegue subito dopo

  • È importante essere un viaggiatore curioso e perspicace che non ha problemi in situazioni meno confortevoli. È inoltre necessario essere disposti a presentare le proprie idee in una casa editrice, a promuovere il proprio lavoro quando è necessario. All’inizio della carriera di giornalista di viaggio, è necessario mostrare le proprie abilità nella scrittura, un gusto per l’avventura, la capacità di vendere le proprie idee e scrivere agli editori.

II Parte: Trovare la propria nicchia 

1 Leggere i testi scritti dai giornalisti di viaggio più conosciuti. Oggi, il giornalismo di viaggio non è più confinato a riviste e giornali. I giornalisti pubblicano anche articoli sui blog, su magazine online e altre piattaforme. I giornalisti di viaggio che riescono ad aver successo hanno trovato una certa nicchia o un certo angolo e se ne servono utilizzando il proprio punto di vista per mantenere l’attenzione dei lettori e vendere le loro storie agli editori. È necessario familiarizzare con il mercato leggendo giornalisti di viaggio ormai noti, ad esempio, i seguenti:

  • Bill Bryson: questo è uno dei giornalisti di viaggio più rispettati nel genere ed è molto popolare in Inghilterra per il suo libro sulla vita inglese, “Notes on a small island”, e per il suo diario di viaggio negli Stati Uniti “The lost continent”. Bryson è noto per la sua scrittura asciutta e divertente, combina spesso ricordi e giornalismo di viaggio nel suo lavoro.-
  • Kate Adie: si tratta di una vecchia corrispondente della BBC che, negli anni ’80, ha scoperto delle zone di guerra in tutto il mondo. Ha scritto un libro autobiografico dei suoi viaggi in luoghi pericolosi chiamato “La gentilezza degli estranei”, popolare tra i giornalisti di viaggio. La scrittura di Adie è caratterizzata da un umorismo asciutto, un modo particolare di trovare l’assurdo in tutte le situazioni e una forte competenza per i viaggi all’estero in zone pericolose.
  • The Lazy Travelers: questo blog, lanciato da due amici americani, ha vinto, recentemente, il premio Best Travel Weblog ai Bloggies del 2014. Guidati dal motto “conquistare il mondo un bicchiere di vino alla volta“, i blogger esplorano destinazioni locali e straniere, con un tono rilassato e divertente, si concentrano su un viaggiatore medio che potrebbe voler vedere questi luoghi, mangiare un buon cibo e trovare dei luoghi degni di belle foto della città.
  • The Escape Artists: questo blog era tra i finalisti per il miglior il premio Best Travel Weblog ai Bloggies del 2014 ed è rappresentato dal motto: “Postcards from the Edge” (cartoline dal bordo). Scritto da una madre inglese che vive con il figlio più piccolo a Bali, il blog esplora la sua vita di espatriata e i suoi viaggi col figlio piccolo in Asia e in Europa. Lo stile di scrittura è amichevole e pieno di umorismo, ciò che attrae i lettori in cerca di una prospettiva unica nel campo dei blog di viaggio.
  • Crusoe The Celebrity Dachshund: questo blog di secondo livello è molto popolare su Internet e tratta le avventure di viaggio di un bassotto, con il motto “Il cane bassotto che si crede di essere più famoso di quanto lo sia veramente (per ora)”.

2 Leggere attentamente delle riviste di viaggio conosciute. Per avere una migliore idea del mercato, leggete il più possibile le pubblicazioni in questo campo e focalizzatevi sui tipi di articoli pubblicati in queste riviste. Potreste leggere delle riviste molto note come “National Geographic”, “Travel and Leisure”, “Afar” e “International Living”. Si tratta di grandi pubblicazioni in cui ci vogliono degli anni prima di vedere pubblicati i propri articoli, e che di solito offrono un buon salario.

  • Potreste trovare una rivista di viaggi che vi piace e scrivere articoli per essa o avere una rivista particolare in testa. La lettura delle loro riviste prima di inviare un articolo vi permetterà anche di abituarvi al tono e allo stile delle loro pubblicazioni. Questo aiuterà il vostro prodotto ad essere notato dalla casa editrice, perché di solito queste prestano maggiore attenzione agli articoli che sono più in linea con il loro editoriale.

3 Avviate un blog di viaggio. Mantenete la nicchia che avete scelto in mente quando iniziate un blog di viaggio e leggete gli articoli su Internet per imparare a fare soldi con il vostro blog. Ricordate che i lettori cercano dei contenuti interessanti, di facile accesso e che presenta un punto di vista unico sul lavoro del giornalista di viaggio.

  • Concentratevi su tre elementi principali: la vostra professionalità, la vostra utilità e la vostra personalità. Anche se il vostro blog può avere un tono rilassato e amichevole, è necessario trattarlo come un sito professionale ed evitare un’apparenza troppo semplice
  • Si dovrebbe anche prestare attenzione agli errori di ortografia e grammatica negli articoli. Il vostro blog dovrebbe avere anche uno scopo e fornire informazioni utili ai lettori su un luogo, un evento o una destinazione. Il vostro lettore vorrà sapere che cosa può estrarre dal blog; in questo modo penserà di trovare un po’ di tempo ogni giorno per leggerlo. Infine, il blog deve essere personale e dimostrare il vostro stile unico di scrittura.
  • Evitate il linguaggio troppo formale o strutture di frasi complesse. Provate a rivolgervi al lettore medio utilizzando un tono aperto e accessibile e utilizzando il vostro unico punto di vista.

III Parte: Realizzare un portfolio

1 Creare una presenza online. In quest’era digitale, è essenziale mantenere una presenza online per pubblicizzare la propria scrittura e mostrarla agli editori. È necessario disporre di un portfolio online, un sito web personale o un blog che si aggiorna regolarmente.

  • Il vostro portfolio o sito web dovrebbe contenere la vostra biografia, gli articoli che documentano i vostri viaggi passati e quelli futuri, molti dettagli delle vostre esperienze e indirizzi di social network dove condividete articoli, foto e video.
  • Usate il portfolio come una piattaforma per attirare lettori, visitatori ed editori. Parlando del sito web, quando incontrate un editore o un eventuale contatto, assicuratevi di avere qualcuno che presta attenzione alla vostra presenza online e che potrebbe portare ad altri contatti o offerte.

2 Scrivete sulla vostra città natale. Uno dei modi migliori per iniziare questa carriera è quello di concentrarsi sulle attività e gli eventi locali nella vostra città. Concentratevi su una nuova moda culinaria o su un nuovo festival di musica. Scrivendo della vostra città, avrete accesso al materiale più facilmente e ridurrete i costi di trasporto.

  • Come giornalista di viaggio, è necessario andare al di là di descrizioni superficiali di un posto per vederlo in modo sincero e interessante. Scrivendo di cose nella vostra città, arriverete a costruire un corpo consistente di articoli intorno a una certa nicchia o a un luogo,  e questo vi aiuterà a vedere il posto con una prospettiva più profonda e pregnante.
  • È possibile creare articoli sulla propria città digitando il nome della città seguito dalla parola “viaggio“. Ad esempio, “Roma viaggio.” Guardate i risultati che appaiono prima nella lista e chiedetevi se si può scrivere un articolo dettagliato con le informazioni più utili. Se la vostra risposta è sì, potreste aver trovato il vostro primo racconto di viaggio.

3 Partecipate a conferenze e appuntamenti di giornalisti di viaggio. Anche se è molto importante rimanere in contatto su Internet, dovreste incontrare anche persone nella vita reale che lavorano in questo settore. Trovate delle conferenze di giornalismo di viaggi nella vostra regione. Fate qualche ricerca online per trovare gli appuntamenti di giornalisti di viaggio ai quali potete partecipare.

  • Concentratevi sulla vostra presentazione e sulle domande da porre ai giornalisti più esperti, per esempio dove lavorano o su che cosa stanno lavorando. Questo vi darà un’idea dello stato attuale del settore e il tipo di storie che interessano agli editori.

IV Parte: Far pubblicare le proprie storie

1 Cominciate dal vostro piccolo. Spesso i giornalisti di viaggio non trovano un impiego a tempo pieno, appena si lanciano nel settore. Invece, all’inizio, si dovrebbe cominciare con pubblicazioni locali. Se vi è una sezione con articoli da 500 parole, scrivete di un evento o di un’ attività locale. Concentratevi sulla costruzione del vostro portfolio a piccoli passi, perché più si guadagna esperienza, più la vostra scrittura migliorerà.

2 Date un’occhiata nella sezione lavori dei siti di annunci on-line. Molte riviste pubblicheranno le offerte di lavoro per giornalisti di viaggio part-time o full-time nella pagina “Lavora con noi” nei siti di annunci. Passate in rassegna gli annunci per identificare le riviste che sono alla ricerca di giornalisti di viaggio.

3 Scrivere idee originali. Mantenete una presenza viva, come libero professionista, presentando le idee dei vostri articoli il più spesso possibile. Se si vuole scrivere di un posto fuori dai sentieri battuti, è necessario trovare una giusta ambientazione per la propria storia. Spesso i lettori vogliono sapere di più sulle destinazioni dove vogliono andare e può essere difficile vendere agli editori un articolo su una destinazione poco conosciuta. Se decidete di scrivere di un’idea, seguite sempre l’ordine di pubblicazione degli articoli, pubblicati sul loro sito web o nella loro rivista. Come regola generale, mantenetevi su articoli brevi, non più di due o tre paragrafi, per dimostrare che si conosce il tipo di storie che pubblica la rivista e per catturare presa l’attenzione della casa editrice. Si dovrebbe anche lasciare un link che rimanda al vostro portfolio o sito web e inviare una lettera al direttore della pubblicazione, non al capo redattore, per assicurarvi che il messaggio arrivi nelle mani giuste.

Leggi anche

abbronzatura
Guide

Come mantenere l’abbronzatura a lungo

Chi non vuol avere un colorito sano e luminoso durante tutto l'anno? Ecco alcuni consigli per mantenere l'abbronzatura senza usare la lampada. E' ufficiale, è arrivato l'autunno. Secondo gli esperti, proprio dal venerdì avremo meno ore di luce e di conseguenza meno ore di sole. Così la nostra abbronzatura estiva man mano andrà via. La melanina, il pigmento che colora la nostra pelle, produce i melanociti che si trovano nella pelle. Questi melanociti si attivano con il sole e donano alla pelle la caratteristica abbronzatura, che senza luce del solo, andrà via progressivamente. Vediamo insieme cosa si può fare per evitare [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*