Couperose: rimedi per il viso

Guide

Couperose: rimedi per il viso

Couperose o “Maledizione dei Celti”: malattia dermatologica ecco le cause ed i trattamenti protettivi e alimentari per contrastarne l’insorgenza

Si sa che la stagione invernale porta secchezza per la nostra epidermide, specie quella del viso e delle mani che sono maggiormente esposti alle intemperie ed alle temperature rigide. Ovvio che l’epidermide del viso è più delicata, i capillari fragili e il rischio dell’insorgenza della couperose o rosacea è all’ordine del giorno; in questa guida vediamo di approfondire le cause ed i rimedi di questa patologia dermatologica. La couperose insorge quando si manifesta un problema vascolare, portando alla formazione sull’epidermide del viso di un reticolo di capillari e vasi sanguigni dilatati che si espandono sulle guance, zigomi e fianchi del naso. Spesso e volentieri questa patologia dermatologica colpisce le popolazioni nordiche con caratteri fisici quali pelle pallida e sensibile, occhi azzurri e capelli di colore chiaro. Assai raramente colpisce le popolazioni ubicate nel bacino del Mediterraneo con il carnato scuro e con la pelle abbronzata, nella nostra penisola non è molto diffusa, se non nelle aree del Nord Italia a confine con l’Austria e la Svizzera, dove risiedono popolazioni con i tratti somatici delle popolazioni nordiche.

Non a caso la couperose è soprannominata la maledizione dei Celti.

Per quanto concerne le cause che cagionano l’insorgenza di questa malattia, gli studi scientifici non hanno ancora dimostrato quali siano le cause scatenanti ma, è probabile che alcuni fattori siano i più ricorrenti e siano correlati con la manifestazione della rosacea:

  • scarsa protezione dell’epidermide a causa di ricorrenti sbalzi termici (caldo, freddo, sole, raggi UV, vento, umidità)
  • problemi digestivi, disfunzioni epatiche o intestinali connesse spesso e volentieri al consumo eccessivo di alcol, alimenti eccitanti come caffeina, teina,
  • alterazione della micro circolazione sanguigna,
  • avitaminosi (carenza di vitamine PP, C),
  • menopausa
  • alterazioni ormonali e ghiandole tiroidee,
  • vasodilatazione
  • fattore genetico.

Quali i possibili rimedi? Se in famiglia ci sono casi analoghi di insorgenza della couperose, si consiglia di sottoporsi ad una visita di controllo routinario presso un dermatologo, in modo tale che ci faccia un check up e ci somministri creme idratanti per prevenirne l’insorgenza e riparare gli effetti, se si è già manifestata lievemente.

Un trattamento dermatologico assolutamente preventivo e di riparazione riguarda la detersione del viso che purifica la pelle in profondità, elimina le cellule necrotiche senza aggredire e conferendo il buon livello di idratazione alla pelle. Idratare sempre la pelle, a meno che non sia tendente ad essere sebacea: optate sempre e solo per saponi naturali, un buon prodotto che vi consigliano per la detersione giornaliera dell’epidermide è la gamma di saponette a barretta a base di avena, reperibili in parafarmacia o farmacia. Un altro componente che potreste utilizzare è l’olio di oliva, una saponetta naturale priva di parabeni, contenente 100% olio di oliva è un vero toccasana per mantenere la pelle detersa ed idratata al punto giusto, specie durante le stagioni invernali e quando si verificano gli shock termici. Non solo, altri ingredienti che agiscono positivamente sulla sensibilità e sulla fragilità dei capillari e dei vasi sanguigni sono: malva, rosa, vite, camomilla, miele, champagne, centella asiatica, latte di mandorla, loto, calendula, etc.

Non dimenticate di proteggere l’epidermide dai raggi UV che tendono a seccare ed a fare “asciugare” la pelle, ricordatevi sempre di evitare l’esposizione diretta e di proteggervi con i prodotti specifici e make up con SPF.

Indossate sempre come base trucco una crema vasoprotettrice, scegliete dei make up naturali o di alta profumeria, mai prodotti scadenti, di bassa qualità o troppo aggressivi.

Dal punto di vista dietetico, proteggetevi consumando cibi ricchi di vitamine come frutta e verdura; in particolare, vi consigliamo i frutti rossi come more, ribes, mirtilli, lamponi che proteggono i vasi sanguigni e sono salutari per il sistema vascolare e vene. Anche la frutta secca, il cacao ed il thè verde sono buoni alleati per preservare la giovinezza della pelle dall’invecchiamento cutaneo grazie alla presenza di antiossidanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*