Cruciverba: un centesimo di yen (3 lettere)

Economia

Cruciverba: un centesimo di yen (3 lettere)

yen

Nel compilare le caselle del cruciverba, spesso può esserci capitato di trovare la seguente definizione: "un centesimo di yen". Tre lettere.

Nel compilare le caselle del cruciverba, spesso può esserci capitato di trovare la seguente definizione: “un centesimo di yen“. Tre lettere. Scopriamo qualcosa in più sulle monete giapponesi per scoprire la soluzione.

La valuta giapponese

La valuta giapponese attuale è lo yen, in uso dal 1872, in sostituzione del precedente sistema monetario istituito durante il Periodo Edo considerato eccessivamente complicato.Il Mon giapponese. L’attuale modello funziona con lo stesso principio di quello europeo. Con un sistema di suddivisione decimale. Le monete diventano di metallo e rotonde.

Attualmente sono in circolazione i seguenti tagli. Monete da 1, 5, 10, 50, 100 e 500 yen. Banconote da 1.000, 2.000, 5.000 e 10.000 yen. Nel 2002 la banconota da 2.000 yen è stata sostituita con un nuovo taglio. La Banca del Giappone ha introdotto delle nuove banconote nel 2004. Fu sostituita la precedente banconota da 10.000 yen con quella attuale dove è raffigurato Fukuzawa Yukichi.

Fu cambiata anche quella da 5.000 yen con una dove è impresso Ichiyo Higuchi e quella da 1.000 yen con la figura di Hideyo Noguchi.

Le monete

In base alla legge monetaria del 1871 fu introdotto il sistema di suddivisione decimale. La valuta viene suddivisa in tre tagli: yen corrispondente a 1, sen (un centesimo) e rin (un millesimo). La moneta da 500 yen è al momento la moneta di taglio maggiore presente nel mondo. In europa la moneta è quella da due euro mentre negli Stati Uniti è il quarto di dollaro e nel Regno Unito le due sterline.

Le monete da 5 yen e 50 yen sono le uniche bucate.

Negli anni sono state coniate delle monete speciali in oro e argento che, nonostante fossero commerciabili, sono state sempre tesaurizzate.

La risposta alla nostra definizione del cruciverba è appunto sen, un centesimo di yen.

Il sistema di numerazione giapponese

La tecnica tradizionale di numerazione giapponese si basa sui corrispondenti numeri cinesi.

Anche per i numeri molto grandi che vengono raggruppati per 10.000. Oggi però alla numerazione tradizionale viene preferita la numerazione araba.

In Giappone esistono due modalità di scrittura. I numeri cinesi o in alternative le cifre indo-arabe. Quest’ultime sono le più usate nella modalità di scrittura orizzontale. Mentre i numeri cinesi sono preferiti nella scrittura verticale.

Per convenzione i numeri sono scritti con due simboli differenti. Uno che deriva dalla lingua cinese e viene usato per i numeri cardinali. Il secondo è di lingua giapponese e viene usato per i numeri ordinali. Naturalmente esistono alcune eccezioni in cui la numerazione giapponese viene usata con entrambi i numeri: cardinali e ordinali.

Alcune curiosità sulla numerazione giapponese

Per superstizione, convenzionalmente per la lettura del numero quattro viene usato il termine yon. La lettura corretta shi significa “morte” e quindi viene usata la lettura giapponese.

Allo stesso modo yaoyoruzo nel giapponese moderno significa “innumerevole”. Storicamente indicava “8 milioni”.

Il tasso di cambio dello yen

La moneta giapponese dalla sua creazione è stata ancorata al dollaro.

Fino alla firma degli accordi di Bretton Woods che rese la moneta fluttuante, lo yen fino ad allora aveva un tasso di cambio fisso. 1 dollaro corrispondeva a 360 yen. Questo cambio fisso era valido dal 25 aprile 1949 dal 1971.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche