Differenze localizzatore GPS attivo e passivo?

Guide

Differenze localizzatore GPS attivo e passivo?

I sistemi satellitari globali ci permettono di rintracciare la nostra posizione in qualunque posto ci troviamo.

Sebbene le unità localizzatrici di un impianto GPS funzionano praticamente (quasi) sempre ed in ogni postazione, è necessario distinguere tra localizzatore GPS attivo e passivo.

Quando un localizzatore GPS ci localizza, lo fa attraverso i segnali che gli inviano i satelliti GPS in orbita. Addirittura, l’impianto GPS è in grado di determinare la velocità alla quale stiamo viaggiando. Non c’è pericolo che usciamo fuori dal suo radar perché almeno quattro dei localizzatori GPS presenti su tutto il pianeta orbitano intorno a noi in ogni momento.


Tuttavia, un localizzatore GPS passivo riceve i segnali e le informazioni relative alla nostra posizione ad intervalli. Il dispositivo conserva le informazioni in una memoria interna. In un secondo momento, possiamo scaricare queste informazioni sul nostro computer. Alcuni localizzatori GPS passivi possono addirittura trasmettere le informazioni che hanno immagazzinato in modalità wireless ad orari e secondo postazioni predeterminati. Un localizzatore GPS passivo potrebbe esserci utile solo nel caso in cui a noi non interessa ricevere informazioni in tempo reale.

Un localizzatore GPS attivo funziona praticamente al contrario di un localizzatore passivo.
Prima di procedere all’acquisto dell’uno o l’altro tipo di localizzatore dobbiamo, dunque, pensare a quelle che sono le nostre esigenze. Se, ad esempio, siamo in viaggio e abbiamo bisogno di informazioni in tempo reale allora l’acquisto migliore risulta essere quello di un localizzatore GPS attivo che comunica con i satelliti in orbita in tempo reale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...