Giampiero Ventura sarà proclamato martedi nuovo tecnico della nazionale

Calcio

Giampiero Ventura sarà proclamato martedi nuovo tecnico della nazionale

Giampiero Ventura sta per diventare il nuovo ct della nazionale. L’ex tecnico del Torino, ormai da tempo in odore di panchina azzurra verrà proclamato domani nuovo selezionatore azzurro e prenderà il posto di Antonio Conte al termine dei campionati europei. Per Ventura sarà il suggello di una carriera prestigiosa ma anche il coronamento di un periodo d’oro della sua vita, dopo avere convolato a nozze lo scorso mercoledi con la sua amata Luciana.

Ventura collaborerà con Marcello Lippi, già nominato in pectore nuovo direttore tecnico azzurro, formando un ticket che abbinerà esperienza a saggezza tattica per condurre la nazionale fino ai prossimi campionati mondiali in programma nel 2018 in Russia. Nella giornata di ieri, Giampiero Ventura ha avuto un lungo colloquio con il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, con il quale sono state gettate le basi per il prossimo biennio che culminerà nei mondiali.

Non sarà un compito facile quello del tecnico genovese che dovrà ereditare da Conte una panchina che pesa di grandi responsabilità, in una fase critica per il nostro calcio, sempre più povero di talento anche a causa dell’invasione dei giocatori stranieri in serie A.

Ventura, nel corso della propria carriera, non ha mai ricoperto incarichi in top club italiani ed europei, ma si è sempre contraddistinto per essere un onesto mestierante cresciuto sui difficili campi delle leghe minori, per poi raggiungere l’apice della carriera con la promozione del Torino in serie A e il raggiungimenento dell’Europa League con la stessa società di Cairo.

Tra le squadre allenate in carriera dal tecnico ligure ci sono anche formazioni di prestigio come Cagliari, Sampdoria, Lecce, Udinese, Messina e Verona. Il futuro tecnico della nazionale, classe ’48, è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Sampdoria, ma non ha mai giocato nei campionati maggiori. Solo nel 1970 riuscì ad approdare in serie C (l’attuale Lega Pro) nelle file dell’Enna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche