Come impostare google come motore di ricerca predefinito

Tecnologia

Come impostare google come motore di ricerca predefinito

Come impostare google come motore di ricerca predefinito
Come impostare google come motore di ricerca predefinito

Google è ad oggi il motore di ricerca più usato al mondo: ma come poterlo impostare sul nostro dispositivo come predefinito?

Google è, ad oggi, indispensabile: per qualunque ricerca si passa di lì, tanto che è molto più comodo impostarlo in home page, sul nostro browser, piuttosto che doverlo andare a cercare di volta in volta. Google si è così esteso da avere un browser tutto suo, l’ormai usatissimo Chrome, tra le app più scaricate su tutti i dispositivi mobili. Ma vediamo come renderlo il nostro motore di ricerca predefinito, ovviamente differenziando le modalità in base ai dispositivi utilizzati.

Partiamo proprio da Google Chrome: la prima cosa da fare è ovviamente aprire il browser e poi notare, nell’angolo in alto a destra, il simbolo con le tre lineette orizzontali, piuttosto comune. Cliccare da lì su “impostazioni” e da lì vedere la sezione “cerca”. Lì troverete le varie possibilità, e potrete scegliere google come motore di ricerca predefinito. Se l’operazione avviene da dispositivo mobile, invece, la base resta la stessa, ma una volta entrati su impostazioni bisogna andare su impostazioni di base e poi su motore di ricerca. Da lì scegliere Google come motore di ricerca predefinito.

Passiamo a Explorer, che in effetti non dovremmo chiamare più così: con l’avvento di Windows 10, il motore di ricerca di Microsoft si è completamente evoluto, assumendo il nome di Edge. Come avere Google in modalità predefinita con Edge? Basta entrare sulla pagina di Google, poi, nell’angolo in alto a destra del browser, troverai Altre azioni (…) > Impostazioni. Da lì andare nella sezione “Impostazioni avanzate“, e poi su “Visualizza impostazioni avanzate”. Da lì si troverà una sezione “Cerca nella barra degli indirizzi con”, e allora bisogna cliccare su Cambia. Infine Fai clic su Ricerca Google, e infine su “Imposta come predefinito”.

Invece, se vogliamo effettuare la stessa operazione con le versioni precedenti di Windows Explorer (prendiamo in considerazione solo le ultime due, Explorer 10 e Explorer 11), bisogna seguire questi passaggi:

Per Internet Explorer 11: Apri Internet Explorer; Fai clic sulla freccia rivolta in basso nell’angolo a destra in alto nella parte della casella di ricerca. Fai clic su Aggiungi, scegliendo “google”. Fai clic su “Aggiungi a Internet Explorer”. Infine basta selezionare la casella “Imposta come provider di ricerca predefinito” e aggiungere la scelta fatta.

Per Internet Explorer 10: apri Internet Explorer. Fai clic sull’icona col simbolo dell’ingranaggio che si trova nell’angolo in alto a destra della pagina. Subito dopo cliccare su “Gestione componenti aggiuntivi”. Poi fai clic su Provider di ricerca. Fai clic su Trova altri provider di ricerca sempre nell’angolo in basso a sinistra. Seleziona Google e poi su Aggiungi a Internet Explorer. Infine”Imposta come provider di ricerca predefinito” e clicca su Aggiungi.

Infine vediamo come funziona per Safari: Apri Safari. Troverai la barra di ricerca nella parte in alto a destra del browser, poi fai clic sulla lente di ingrandimento che come sempre corrisponde al simbolo Cerca. Fai clic, poi, su Cambia impostazioni di ricerca. Nel menù a tendina troverai “Motore di ricerca predefinito”, e basterà selezionare Google per completare questa operazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

orologi digitali
Gadget Tecnologici

Come modificare l’ora su orologi digitali

29 maggio 2017 di Notizie

Breve guida con le istruzioni da seguire passo passo per impostare l’orario sugli orologi digitali. Quali differenze ci sono con gli orologi analogici e i modelli di maggior successo.

Loading...
Modestino Picariello 656 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+