Miracolosamente incinta: la reazione del fratello sconvolto - Notizie.it
Miracolosamente incinta: la reazione del fratello sconvolto
Esteri

Miracolosamente incinta: la reazione del fratello sconvolto

Una donna con gravi problemi di salute decide di fare una sorpresa a suo fratello per comunicargli che aspetta un bambino

Lindsay MacPhee-Currie, come la maggior parte delle donne, aveva un sogno: diventare madre. Purtroppo la ragazza è stata affetta da uno dei peggiori mali, un cancro al seno ha iniziato a logorarle la vita appena compiuti 27 anni. Le cure di chemio così aggressive avevano fatto prevedere ai medici il peggio, anche se fosse guarita la possibilità che potesse rimanere in cinta erano quasi impossibili. Linsday ha tenuto duro ed ha lottato fino all’ultimo senza scoraggiarsi e quando ha visto un po’ di luce per il suo futuro lei e il marito hanno deciso di ricorrere alle pratiche per adottare un bambino.

La famiglia della ragazza le è stata accanto durante tutto il percorso per venire fuori dalla malattia e ha assistito Lindsay durante quattro sessioni di chemioterapia, 29 di radio e all’intervento di masetctomia parziale.

Quando tutto sembrava andare per il verso giusto però la donna ha riaccusato dei malori e tutti quanti, scoraggiati, hanno temuto il peggio. La donna però non era malata, era miracolosamente in cinta e decise di fare una sorpresa al fratello, con il quale aveva un rapporto particolarmente speciale.

Lindsay ha sistemato una camera nascosta che potesse riprendere tutta la scena ed ha invitato suo fratello a casa, dopo averlo fatto sedere gli ha regalato una bottiglia di vino dicendogli di tenerla con riguardo perchè lei per 9 mesi non avrebbe potuto toccare alcool. Il fratello è letteralmente impazzito dalla gioia ed è scoppiato in lacrime per la commozione non riuscendo più a contenere quella emozione e sommergendola di abbracci. Oggi il figlio di Lindsay ha più di un anno e la donna ha pubblicato il video sul web per condividere con il mondo l’amore di suo fratello.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche