Offerta: La Traviata: danza e opera in una serata unica al Festival La Versiliana

Offerte Coupon

Offerta: La Traviata: danza e opera in una serata unica al Festival La Versiliana


Cosa posso fare con il mio ticket?
Assistere a La Traviata il 21 agosto alle 21:30 a Marina di Pietrasanta al Teatro La Versiliana. Settore a scelta Poltrona I Settore a 10€ in vece di 16,50€ o Poltronissima a 13€ invece di 22€.

Ti ricordiamo che:
– Il ticket non è rimborsabile.
– I posti sono tutti garantiti, non è possibile cambiare la preferenza dopo l’acquisto.
– Per essere posizionati vicino è consigliabile acquistare i ticket utilizzando la stessa utenza in un’unica transazione. L’assegnazione posti dipende dalla disponibilità sulle file a noi riservate dall’organizzatore; non è possibile scegliere il proprio posto, né modificare i posti assegnati.

Artemis Danza / Monica Casadei
TRAVIATA

Traviata è il primo capitolo del Progetto Corpo a Corpo Verdi – Trittico (2011- 2013) ispirato alla trilogia popolare di Giuseppe Verdi.
Violetta contro tutti. Violetta in bianco, speranza di purezza, Violetta in rosso, perché le sanguina il cuore. Una storia in cui scorre il senso della fine ad ogni alzar di calice.

Dietro i valzer, il male che attende.Dietro le feste e la forma, il marciume di una società in vendita, vuota, scintillante. Traviata nella messa in scena di Monica Casadei è un viaggio coreografico in cui la danza e l’opera duettano dando corpo a un fluire di immagini sbrigliato da qualsiasi volontà di aderenza didascalica, eppure legato a doppio filo al dramma di Violetta. Viaggio in cui vibra il sentimento amoroso di chi spera, legato tragicamente alla sensazione di sapere che tutto finisce, mentre si consuma il conflitto tra singolo e società, pubblica facciata e privato sentire. Quella che andrà in scena nel Teatro della Versiliana è una Traviata letta dal punto di vista di Violetta al centro di una società maschilista espressa da un coro in nero. Violetta moltiplicata in tanti elementi femminili, in tanti spaccati di cuore, disprezzata, che anela, pur malata, pur cortigiana, a qualcosa di puro. Violetta contro cui si scagliano le regole borghesi espresse dal padre di Alfredo, Giorgio Germont, emblema di una società dalla morale malsana in cui per certi versi si rispecchia a distanza anche la nostra.

Alfredo è nello spettacolo soprattutto un uomo di poco spessore, schiacciato dalle azioni del padre. Appartiene anch’egli al coro. Un urlo di disperazione, un grido di solitudine, in una Traviata molto femminile nella quale la partita non si gioca sulla decorazione, ma sull’esplodere di un’energia fisica di dolore, specchio dell’anima.

Per comprare questa offerta vai su LetsBonus

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche