Omicidio stradale: Governo battuto con emendamento FI COMMENTA  

Omicidio stradale: Governo battuto con emendamento FI COMMENTA  

Omicidio stradale: Governo battuto con emendamento FI

Si prolunga ancora l’iter della proposta di legge riguardante l’omicidio stradale: oggi il Governo è stato battuto alla Camera per un emendamento presentato da Forza Italia.

Il voto sull’emendamento proposto dal partito d’opposizione era stato richiesto segreto, e questo ha permesso a qualche parlamentare di dare il suo vero giudizio senza rischiare. L’emendamento però non è del tutto sbagliato: richiede di non arrestare chi commette il reato se questo si ferma a soccorrere la vittima. Di conseguenza, limiterebbe la pena qualora un pirata della strada, sotto l’effetto di alcol o droga, si fermi per constatare la gravità della sua azione e si mettesse a disposizione delle autorità, senza fuggire.


Esulta Forza Italia, giudicando la vittoria come un atto dovuto per migliorare il testo. Per il Partito Democratico, invece, è stato semplicemente un incidente tecnico che non farà altro che prolungare la sua marcia verso l’approvazione. Difatti, oggi appariva come confermata la legge con quest’ultimo voto. A pensarla così erano anche le diverse associazioni che erano presenti a Montecitorio, deluse dal risultato.


I democratici chiariscono però che molto presto il testo sarà in esame al Senato per l’approvazione con la modifica, per poi essere inviato al Colle per la firma del Presidente della Repubblica.

Basterà solo aspettare ancora un po’.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*