Pausa di riflessione: può servire ad una relazione? COMMENTA  

Pausa di riflessione: può servire ad una relazione? COMMENTA  

78986

Quante volte abbiamo sentito di coppie che si prendono una pausa di riflessione, o magari ci siamo passati anche noi? Le ragioni per le quali uno dei due partner chiede all’altro la classica “pausa di riflessione” sono svariati. Il finale non è sempre della serie “vissero felici e contenti”, ma per molte coppie un momento di distacco può servire per riflettere su ciò che non va nella relazione e ricominciare con maggiore slancio. Si tratta di un “time out emotivo” che potrebbe essere utile per la crescita della relazione.


Si chiede o si subisce una pausa di riflessione per riprendersi la propria individualità sacrificata in un rapporto simbiotico, oppure perché si sta vivendo un periodo di confusione e ci si domanda cosa si prova per il partner (anche senza l’ombra minacciosa di un altro/a).

Per molte persone, che provano dispiacere a lasciare il partner dopo tanti anni di relazione, chiedere la pausa di riflessione rappresenta il primo passo per una definitiva separazione.

Il periodo di distacco può essere vissuto come un’occasione per mettersi nuovamente alla prova sia come coppia che come singoli individui. Terminato il periodo di distacco la coppia può ritrovarsi, confrontarsi raccontando ciò che si è provato durante la lontananza, e decidere con serenità se lasciarsi o riprovare a stare insieme.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*