Roma, nomine illecite per la Giunta Raggi: via capo di gabinetto

Prima Pagina

Roma, nomine illecite per la Giunta Raggi: via capo di gabinetto

Roma Raggi
Roma Raggi

La Giunta Raggi a Roma finisce nella bufera. Se ne vanno il capo di gabinetto Carla Raineri e l’assessore al bilancio Marcello Minenna.

Al centro della vicenda che ha portato la giunta Raggi a Roma a perdere capo di gabinetto e assessore al bilancio c’è un parere dell’Autorità Anticorruzione. Sulla nomina a capo di gabinetto di Carla Raineri la procura della repubblica ha avviato tempo fa degli accertamenti. Tutto è iniziato con un esposto depositato da Fratelli d’Italia che ipotizza il reato di abuso di ufficio.

Nel nome della “trasparenza”, come ha chiarito proprio Virginia Raggi in un post su Facebook, il M5S ha deciso di “chiedere un parere all’ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, su tutte le nomine fatte finora dalla Giunta. Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza”.

L’ANAC, “esaminate le carte”, spiega ancora il sindaco romano, “ha dichiarato che la nomina della Dott.ssa Carla Romana Raineri a Capo di Gabinetto va rivista in quanto ‘la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l’articolo 90 TUEL’ e ‘l’applicazione, al caso di specie, dell’articolo 110 TUEL è da ritenersi impropria’.” “Ne prendiamo atto” conclude Virginia Raggi “conseguentemente, sarà predisposta l’ordinanza di revoca”.

Carla Raineri ha parlato di “dimissioni irrevocabili” mentre anche l’assessore al bilancio Marcello Minenna abbandonava la giunta romana.

In concomitanza è arrivato anche l’addio da parte dei vertici dell’Atac, il direttore generale Marco Rettighieri e l’amministratore unico Armando Brandolese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche