Terremoto: partorisce in auto durante la notte COMMENTA  

Terremoto: partorisce in auto durante la notte COMMENTA  

terremoto
Terremoto, partorisce in auto durante la notte.

Terremoto Centro Italia: oggi vi raccontiamo una storia a lieto fine. La nascita della piccola Talj, avvenuta proprio quella terribile notte.

I terremoti, si sa, rappresentano una delle calamità naturali più temute e devastanti. Le aree appenniniche del Centro Italia, notoriamente tra le più a rischio della Nazione, ne sanno qualcosa: in appena due mesi hanno dovuto affrontare terribili scosse e come ben sappiamo vari centri abitati sono stati letteralmente rasi al suolo.


Fortunatamente il sisma dell’altra notte non ha causato vittime (tranne un anziano deceduto a causa di un infarto), mentre il bilancio del sisma del 24 agosto scorso fu terribile. In quei giorni si raccontarono storie strazianti e ogni vita salvata serviva ad alimentare le speranze di soccorritori e familiari. Tra le innumerevoli vittime vi furono non pochi superstiti, capaci di rinvenire alla luce storie decisamente toccanti.


La storia di oggi, altrettanto commovente, è recentissima. La notte del terremoto, a ridosso di una delle 3 scosse più violente (più o meno attorno alla mezzanotte), un uomo informava – in una concitata telefonata – i medici del 118 che la moglie aveva rotto le acque e che si apprestava a trasportarla presso l’ospedale di Città di Castello. A quel punto, vista l’urgenza della situazione, l’uomo è stato invitato a fermarsi e aspettare l’intervento di un’ambulanza. Il mezzo giungeva sul posto nell’arco di qualche minuto e consentiva di mettere in sicurezza la partoriente e la nascitura.


La neonata, di nome Talj, è venuta alla luce senza alcuna complicazione e in ottima salute. Pesava 2,8 kg ed è stata ribattezzata la “piccola della speranza“.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*