Un giovane e importante talento del JAZZ COMMENTA  

Un giovane e importante talento del JAZZ COMMENTA  

Mattia Cigalini, ventiduenne sassofonista, ha ripreso la tourneée di presentazione del suo nuovo album, “Res Nova“, alla testa di un quartetto composto da Mario Zara al pianoforte, Mauro Battisti al contrabbasso (che sostituisce Yuri Golubev presente nella formazione originaria) e Tony Arco alla batteria.
Con la suite “Res Nova” e l’omonimo album (“My Favorite Records” – “Emi”), Cigalini pone una pietra miliare su di un percorso musicale del tutto personale che si annuncia lungo e avventuroso.


– Se “Arriving Soon” (l’album uscito nel 2009, con cui Cigalini si è imposto all’attenzione internazionale) ha rappresentato il banco di prova per un confronto musicale diretto con la tradizione del jazz degli ultimi cinquant’anni e con il Bebop in particolare, racconta Cigalini, “Res Nova” mi ha invece permesso di sviluppare una dimensione musicale che sento davvero mia’ –

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*