×

Abrignani: “Il concerto dei Maneskin? È come invitare il virus ad un banchetto”

Il parere di Sergio Abrignani sull'evento in programma al Circo Massimo il 9 luglio: “Il concerto dei Maneskin? È come invitare il virus ad un banchetto”

L'immunologo Sergio Abrignani

Sergio Abrignani ama il rock ma ancor più ama l’onestà intellettuale e i dettami sanitari: “Il concerto dei Maneskin? È come invitare il virus ad un banchetto”. L’immunologo dell’Università statale di Milano mette in guardia contro i rischi di un evento che potrebbe scatenare i contagi, perciò nel concertone organizzato per sabato 9 luglio al Circo Massimo dai Maneskin ci vede un’occasione si irripetibile, ma per il Covid.

Concerto dei Maneskin e banchetto per il virus

Al Corriere della Sera Abrignani, che è stato membro del Cts, ha detto: “Riunire assieme migliaia di spettatori che urlano, cantano e ballano uno accanto all’altro è come invitare il virus a un banchetto”. E ancora: “Sono occasioni ad altissimo rischio anche quelle come il Palio di Siena, dove tanti epidemiologi si aspettavano proprio in questi giorni un aumento significativo di contagi. Mi sembrerebbe però vano raccomandare l’uso della mascherina”.

La mascherina e un evento “a rischio”

Poi Abrignani incalza: “Già la indossano in pochi sulla metropolitana, ambiente chiuso e ristretto, figuriamoci all’aperto in un clima di sano divertimento”. La chiosa è rock: “I Maneskin? Suonano il rock che assomiglia a quello dei miei tempi. Per questo non mi dispiacciono e portano la musica italiana nel mondo. Da sciovinista, sono contento”.

Contents.media
Ultima ora