×

Alessandro Borghese risponde alla polemica su “4 ristoranti”

Lo chef Alessandro Borghese risponde con un meme alla polemica su "4 ristoranti" lanciata da un ristoratore padovano

Alessandro Borghese
Alessandro Borghese

Dal 2015 Alessandro Borghese conduce con incredibile successo “4 ristoranti”. Ai protagonisti spetta il compito di giudicare i propri rivali tenendo in considerazione quattro parametri di valutazione: location, servizio, menù e conto finale. A Borghese l’ardua sentenza. Infatti, il verdetto decisivo è frutto del giudizio del famosissimo chef. Tocca a lui confermare o ribaltare il risultato. Tuttavia, non tutti accettano la sconfitta nel modo migliore. Ne è un esempio Daniele Bovolato, proprietario della “Gourmetteria” di Padova, che ha attaccato duramente il programma dopo aver visto in onda lo scorso 12 luglio la puntata che lo vedeva tra i protagonisti. Ben presto è arrivata la replica, contenuta ma stizzita, da parte dello chef figlio della Bouchet. La risposta strappa un sorriso, tra lo stupore e la sorpresa.

Il meme di Alessandro Borghese

Si era lamentato qualche giorno fa per il danno d’immagine causato dal programma “4 Ristoranti” condotto dallo chef Alessandro Borghese.

Daniele Bovolato, proprietario e gestore della “Gourmetteria” di via Zabarella a Padova, si è persino rivolto ai propri legali per denunciare Borghese e il suo programma. Bovolato voleva capire come reagire a quello che secondo lui era stato un montaggio non veritiero della sua realtà.

Forse un po’ offeso dal risultato (quarto tra tutti i colleghi padovani) aveva fatto capire di voler fare causa. La decisione è poi caduta nel nulla, anche alla luce di alcune clausole presenti nel contratto firmato prima di prendere parte allo show. Ma sui social i numerosissimi fan sfegatati dello chef più amato si sono schierati tutti contro il ristoratore di Padova. La reazione è stata tutta a favore dello chef rock.

Invece di raccogliere consenso verso quella che per lui era stata un’ingiustizia, ha alimentato la fantasia ironica e sottilmente provocatoria dei fan della trasmissione.

A partire proprio dal conduttore che ha recentemente postato una delle sui famosi meme che lo ritrae rassegnato per chi sa le regole ma ci rimane male se non vince. Il tono è sicuramente ironico, ma la frecciatina è arrivata forte e chiara.

Alessandro Borghese

Il post è stato pubblicato sia sulla pagina Facebook che sul profilo Instagram personale dello chef ha raccolto in meno di due ore più di 4mila like sul primo canale e oltre 43mila sul secondo social. Numerosi i commenti da parte dei suoi sostenitori. Naturalmente sono tutti a favore del loro beniamino. Molti anche i commenti su Twitter. C’è chi ha definito la reazione del ristoratore padovano “Un po’ esagerata. Colpa forse della gelosia”.

I giudizi più simpatici sono stati riportati sempre dallo chef nel “Gazzettino #Ale4Ristoranti”, subito dopo la trasmissione andata in onda giovedì 12 luglio 2018. Si tratta di un mix di tweet che riprendono i tormentoni di Borghese con la giusta ironia. La stessa che ha messo fine alla vicenda.

La reazione del programma

Mi hanno criticato su tutto fin dal primo giorno: la location fa schifo, il menù non è di qualità, il servizio pessimo. Così già il secondo giorno mi sono rivolto al mio avvocato di fiducia. Insieme siamo andati a Milano e abbiamo messo nero su bianco una serie di contestazioni”. E’ questo il racconto riportato da Daniele Bovolato, il ristoratore che è sceso in campo contro “Ale 4 Ristoranti”. L’accusa al programma è quello di essere costruito e “recitato con un copione già scritto”. La produzione del programma, la Drymedia, ha deciso di replicar e lo ha fatto attraverso le parole dell’amministratore delegato Fabrizio Ievolella.

“Siamo giunti alla quinta edizione di “4 Ristoranti” il cui successo è dovuto anche al fatto che tutti i ristoratori protagonisti godano della totale libertà di esprimere i propri giudizi. Se ciò ha disturbato la sensibilità del Signor Daniele Bovolato ne siamo dispiaciuti, ma fa parte del gioco e respingiamo categoricamente il fatto che il signor Bovolato ci avrebbe indotto a tagliare alcune scene considerate da lui inopportune, a seguito di un incontro con il suo legale”. Così ha commentato la vicenda l’amministratore delegato.

“Oltre 200 ristoratori prima del Signor Bovolato si sono sottoposti al giudizio dei colleghi. Anche chi è arrivato ultimo nella classifica di ciascuna puntata ne ha preso atto per trovare spunti di miglioramento. Ha continuato la propria attività spesso traendo vantaggio della notevole visibilità acquisita“, ha poi tenuto a puntualizzare.

L’accusa del ristoratore padovano

Il ristorante con bar della città veneta si è posizionato all’ultimo posto ottenendo 84 punti. Immediata la reazione d’ira da parte del titolare. Quest’ultimo ha rivelato stizzito che l’immagine del suo locale sia stata massacrata.

“Non m’interessava vincere né fare pubblicità al mio locale. Fortunatamente i clienti non mi mancano. Volevo semplicemente far conoscere a tutti lo spirito che mi ha portato ad aprire un posto come la “Gourmetteria”. Ma l’immagine che ne è uscita dal programma non corrisponde assolutamente alla realtà”, ha spiegato Bolovato a Il Mattino di Padova.

Lo sfogo continua: “Mi hanno criticato su tutto fin dal primo giorno: la location fa schifo, il menù non è di qualità, il servizio pessimo. Così già il secondo giorno mi sono rivolto al mio avvocato di fiducia”. Poi ha puntualizzato: “Siamo andati a Milano e abbiamo messo nero su bianco una serie di contestazioni. Grazie a questo siamo riusciti a far tagliare alcune scene. Altrimenti queste mi avrebbero penalizzato ancora di più”. Ha rivelato il proprietario della “Gourmetteria”: “Mi inducevano in errore, mi tiravano tranelli. Ogni volta che mi lamentavo per qualcosa mi tranquillizzavano. Mi dicevano che la trasmissione fa un milione e 300 mila spettatori e ti porta clienti”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche