×

Alluvione in Cina, colpite quasi 2 milioni di persone e 120mila gli evacuati: morti 4 poliziotti

La regione dello Shanxi, nel Nord della Cina, è stata colpita da una violenta ondata di maltempo. Le alluvioni hanno causato gravi danni.

alluvione Cina

La forte alluvione che sta colpendo la Cina sta causando gravi danni nel Paese, in particolare nella regione settentrionale dello Shanxi. Numerosi i danni dovuti al maltempo, anche gravi. Il bilancio è al momento provvisorio: finora si contano 120mila evacuati e 4 vittime.

Alluvione in Cina, il bilancio

Sono quasi 2 milioni i cittadini cinesi coinvolti nelle violente inondazioni che stanno colpendo la regione dello Shanxi. Le forti piogge che si sono abbattute nell’area hanno causato il crollo di diverse case. Oltre 70 distretti e città della provincia sono stati interessati da frane che hanno apportato ulteriori disagi alla popolazione. Difficile persino proseguire con le operazioni di soccorso a causa del maltempo che continua a interessare il Paese.

A Taiyaun, la Capitale dello Shanxi, pare siano caduti circa 185,6 mm di pioggia, rispetto alla media di 25 mm registrata tra il 1981 e il 2010. Circa 120mila persone sono state trasferite d’urgenza e reinsediate, hanno fatto sapere le autorità locali. Nella provincia si contano finora 17.000 abitazioni devastate a causa del maltempo. Il Global Times, inoltre, ha fatto sapere che una frana ha causato 4 vittime: si tratta di poliziotti probabilmente giunti sul posto per mettere in sicurezza la zona e aiutare i cittadini in pericolo.

Alluvione in Cina, i danni all’economia

Nella provincia carbonifera cinese il violento maltempo sta apportando anche seri danni all’economia locale. La regione, infatti, è grande produttrice di carbone. Tuttavia, la forte alluvione ha costretto il Governo cinese a interrompere i lavori nelle miniere e nelle fabbriche chimiche.

La situazione aggrava una crisi già in atto nel Paese, che sta affrontando una carenza di energia. Il Governo ha deciso di limitare l’elettricità nei porti e nelle fabbriche.

Dopo lo stop ai lavori in 27 miniere di carbone, risalente allo scorso 4 ottobre, è stata sospesa la produzione in 60 miniere di carbone, 372 miniere non carbonifere e 14 fabbriche chimiche.

Alluvione in Cina, i precedenti

La violenta alluvione che sta interessando la Cina arriva a distanza di circa tre mesi dalle piogge estreme che hanno coinvolto la provincia di Henan.

Nell’area il maltempo aveva causato la morte di oltre 300 persone.

Contents.media
Ultima ora