Formula E, velocità e regolamento
Formula E, velocità e regolamento
Sport

Formula E, velocità e regolamento

Formula E

La Formula E è il campionato destinato alle auto da corsa con motore elettrico. Ecco tutti i dettagli sulle gare.

Ci sono novità in vista per gli appassionati di motori. Dopo che, nel 2014, è stato inaugurato il nuovo campionato di Formula E, dove per “E” si intendono le macchine a motore, è notizia di pochi giorni fa il nuovo partner, sponsor del campionato, l’ABB svizzera. La Formula E è partita con una serie di macchine fornite dallo stesso costruttore. Ben presto, però, la competizione è entrata nel vivo e ha iniziato ad attirare l’attenzione dei più. Oggi competono auto diverse, fornite da costruttori diversi. Andiamo a scoprire, dunque, in cosa consiste il campionato.

Il campionato di Formula E

Qualche anno fa è arrivata una nuova categoria di vetture da corsa. Un nuovo campionato ha, dunque, preso il via a partire dal 2014: la Formula E. Il campionato è caratterizzato dalla partecipazione di auto con motore esclusivamente elettrico. Alcune città del mondo hanno trasformato il loro tracciato cittadino in piste per il nuovo campionato targato FIA, che è arrivato a raccogliere l’iscrizione di 10 team con due piloti per costruttore e quattro vetture per scuderia.

Il Campionato Formula E si svolge prevalentemente su circuiti urbani, a differenza della più nota cugina, Formula 1. Le città che ospitano le gare sono 12. Gli Stati rappresentati sono Hong Kong, Marocco, Cile, Stati Uniti, Messico, Germania, Uruguay, Francia, Svizzera e Italia. Nel nostro Paese, il circuito di riferimento è l’Eur di Roma.

Caratteristiche tecniche

Le vetture che partecipano al campionato devono sottostare a una serie di regole standard. Ogni automobile da corsa dovrà essere omologata come adatta alla Formula E dalla FIA. Le vetture devono raggiungere una velocità massima circa 250 km/h con una autonomia massima di batteria di 20 minuti. Obbligatori, dunque, i pit stop in cui viene cambiata vettura. La potenza dell’auto può raggiungere al massimo i 180 Kilowatt in gara e i 200 Kilowatt durante le prove. La gara ufficiale dura circa tre quarti d’ora. Come nella Formula 1, anche la Formula E prevede prove libere al mattino e conseguente gara di qualificazione, con giro di Super Pole per identificare la griglia di partenza. La gara si svolge nel pomeriggio della stessa giornata.

I team

Tra i team partecipanti al campionato di Formula E non compare alcuna scuderia italiana. Partecipa, invece, un italiano, Luca Filippi, nel team NIO cinese, e uno svizzero naturalizzato italiano, Edoardo Mortara, nella Venturi di Monaco. Le altre case automobilistiche che partecipano al campionato sono la Andretti e la Dragon Racing statunitensi, L’Audi tedesca, la Renault francese, la DS Virgin e la Jaguar britanniche, la Mahinda malese e la Techeetah, anch’essa cinese.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche