×

Cdm, via libera a riapertura delle discoteche e piena capienza per i luoghi di cultura

Il Cdm ha approvato la piena capienza per i luoghi di cultura e la riapertura delle discoteche con capienza pari al 50% al chiuso e al 75% all’aperto.

riaperture

Secondo quanto appreso da svariate fonti governative riportate dall’Ansa, l’orientamento emerso poco dopo l’inizio della riunione del Consiglio dei Ministri consiste nell’approvare la piena capienza nei luoghi di cultura, come nel caso di cinema e teatro. Per quanto riguarda la riapertura delle discoteche, invece, pare che il Consiglio dei Ministri abbia intenzione di alzare le soglie indicate dal Comitato Tecnico Scientifico (Cts), fissando la capienza massima al 50% al chiuso e al 75% all’aperto.

Per quanto riguarda lo sport, infine, la capienza massima potrebbe essere portata al 60% al chiuso e al 75% all’aperto.

Cdm, bozza riaperture: ipotesi piena capienza per luoghi di cultura

Nel pomeriggio di giovedì 7 ottobre, il Consiglio dei Ministri si è riunito per discutere di un eventuale aumento delle capienze massime consentite per accedere a luoghi o eventi specifici.

In particolare, sulla base delle indicazioni inserite all’interno della bozza del dl relativo alle nuove riaperture, è possibile leggere che, in zona bianca, verrà ripristinata la piena capienza per i luoghi di cultura come teatri, cinema, sale da concerto, spettacoli all’aperto e locali destinati all’intrattenimento e alla musica dal vivo.

Tuttavia, la bozza del dl sulle nuove riapertura specifica che, in zona bianca, “l’accesso agli spettacoli è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19”.

Per quanto riguarda la zona gialla, la capienza massima per i luoghi di cultura è stata fissata al 50%.

Cdm, bozza dl su nuove riaperture: capienza discoteche e sport

La capienza nei luoghi di cultura non rappresenta l’unico tema affrontato nella bozza del dl sulle nuove riaperture oggetto di discussione in Cdm.

In considerazione di quanto rivelato da alcune fonti governative citate dall’Ansa, infatti, è stato riferito che il Governo avrebbe intenzione di approvare la riapertura delle discoteche, innalzando la soglia relativa alle capienze massime recentemente indicate dal Cts. La bozza del dl prevede una capienza massima nelle discoteche pari al 50% al chiuso e al 75% all’aperto mentre il Cts aveva reputato maggiormente opportuno optare per una capienza massima iniziale del 35% al chiuso e del 50% all’aperto.

Un’analoga decisione riguarda anche lo sport la cui capienza massima, secondo quanto inserito della bozza, potrebbe raggiungere il 60% al chiuso e il 75% all’aperto.

Cdm, bozza dl su nuove riaperture: il documento redatto dalla Conferenza delle Regioni per lo sci

Un’altra questione che, seppur non sottoposta all’esame del Cdm verrà influenzata dalle decisioni che scaturiranno dalla riunione governativa, riguarda la capienza massima da stabilire per funivie e cabinovie.

A questo proposito, la Conferenza delle Regioni per lo sci ha redatto una bozza, con la quale si stabilisce l’introduzione del Green Pass obbligatorio per consentire l’ingresso agli impianti di risalita ma si annuncia anche un aumento della capienza massima all’80% per cabinovie e funivie.

Inoltre, la Conferenza delle Regioni ha intenzione di abolire il limite degli skipass giornalieri nelle zone bianche e nelle zone gialle.

In merito alla bozza, l’assessore alla Salute del Veneto, Manuela Lanzarin, ha dichiarato: “Con il presidente Fedriga, abbiamo concordato di attendere i contenuti del nuovo dl del Governo per poi eventualmente procedere con l’iter”.

Cdm, via libera a riapertura delle discoteche e piena capienza per i luoghi di cultura

Al termine della riunione, il Cdm ha ufficialmente approvato la bozza del dl sulle nuove riaperture, annunciando il ripristino della capienza al 100% per i luoghi di cultura che si trovano in zona bianca. Inoltre, è stata anche revocata la necessità di rispettare il distanziamento di un metro tra gli spettatori.

Il dl recentemente approvato, poi, ha dato il via libera alla riapertura delle discoteche, specificato che “la capienza non può comunque essere superiore al 75 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 50 per cento al chiuso”.

In considerazione di quanto appreso dall’AdnKronos, il decreto legge ha ricevuto il voto favorevole della Lega.

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Maria Stella Gelmini

La decisione del Cdm è stata commentata dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie e capo delegazione di Forza Italia, Maria Stella Gelmini, che ha dichiarato: “Il provvedimento del governo sulle capienze è una boccata d’ossigeno per l’intero Paese e per tante attività economiche. Il green pass funziona, il numero dei vaccinati aumenta, e di conseguenza in queste ultime settimane i dati dei contagi, delle ospedalizzazioni e dei decessi sono sensibilmente calati. In zona bianca ci saranno, dunque, importanti novità. Nel settore degli spettacoli – cinema, teatri, concerti – la capienza sarà al 100%, sia al chiuso che all’aperto. Per gli eventi sportivi sarà possibile riempiere gli impianti al 60% al chiuso e al 75% all’aperto. Per le discoteche e per i locali da ballo avremo una capienza del 50% al chiuso e del 75% all’aperto. In tutti questi luoghi sarà possibile accedere con il green pass, vero strumento di libertà che ci sta riportando gradualmente alla normalità – e ha aggiunto –. Forza Italia, insieme alla delegazione del centrodestra al governo, ha fortemente voluto questo allargamento delle maglie, che non è un liberi tutti ma che ci consente di dar fiato a tante realtà economiche sinora fortemente penalizzate dalla pandemia. Rivendichiamo, dunque, questo successo. Siamo estremamente soddisfatti per i traguardi raggiunti, per il metodo con il quale sono stati approvati, per il coinvolgimento, mai mancato con questo esecutivo, delle Regioni e degli enti locali. Avanti così”.

Il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Massimiliano Fedriga

Quanto emerso dal recente Cdm è stato oggetto di riflessione anche per Massimiliano Fedriga, Presidente del Friuli-Venezia Giulia e presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che ha espresso la propria ”soddisfazione per le maggiori aperture delle attività maggiormente colpite durante la pandemia, in particolar modo in riferimento alla capienza di cinema, stadi e discoteche. Una decisione in linea con quanto la Regione Friuli-Venezia Giulia aveva già portato all’attenzione del Governo”.

Letta commenta il voto favorevole della Lega al dl: “Salvini da Draghi? Solito teatrino”

Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha deciso di commentare il voto favorevole della Lega al dl sulle nuove riaperture e il precedente incontro tra Matteo Salvini e il premier Mario Draghi, asserendo: “È sempre il solito film. Salvini racconta al paese una storia, poi va a Palazzo Chigi e tutto torna come prima. Non mi sembra una grande novità. Ormai è anche stancante commentare questo teatrino”.

Soffermandosi, poi, sulla legge di Bilancio, Letta ha ribadito: “Va discussa con le parti sociali. Le materie fondamentali sono investimenti in salute, istruzione e le tasse sul lavoro, che devono calare, perché deve esserci più occupazione”.

Contents.media
Ultima ora