Champions, Real Madrid-Bayern Monaco 4-2: Ronaldo decide. Ecco le pagelle
Champions, Real Madrid-Bayern Monaco 4-2: Ronaldo decide. Ecco le pagelle
Calcio

Champions, Real Madrid-Bayern Monaco 4-2: Ronaldo decide. Ecco le pagelle

Champions, Real Madrid-Bayern Monaco 4-2: Ronaldo decide. Ecco le pagelle
Champions, Real Madrid-Bayern Monaco 4-2: Ronaldo decide. Ecco le pagelle

Il Bayern porta il match ai supplementari, ma si piega alla tripletta di Ronaldo. Gli spagnoli volano in semifinale per la settima stagione consecutiva.

Spettacolo autentico, emozioni senza fiato, una valanga di gol e arbitri nel mirino. Tutto qusto si è consumato al Bernabeu, dove il Real Madrid si aggiudica il pass per la sua settima semifinale consecutiva di Champions League. E lo fa ai supplementari, grazie alla furia di Cristiano Ronaldo e complice alcuni errori arbitrali che hanno fortemente penalizzato il Bayern Monaco. I tedeschi erano riusciti a recuperare momentaneamente la sconfitta per 2-1 subita nel match di andata in Germania.

I bavaresi aprono il sipario con una rete di Lewandowski su rigore e con un autogol di Ramos. Ma Vidal viene espulso prima del 90′ e l’equilibrio si incrina. Ai supplementari, infatti, Ronaldo segna altri due gol e il Real impazza fino al 4-2 finale firmato da Asensio. Per Cristiano, sono 100 reti in Champions League.

Ecco le pagelle di Real Madrid-Bayern Monaco 4-2

Real Madrid

NAVAS l: 5 – Sbaglia due uscite su tre.

E non è sufficiente la sua presa d’autore su Ribery.

CARVAJAL: 6,5 – Sfiora il gol, risollevando la squadra dall’inerzia del primo tempo. Vince contro Alaba.

RAMOS: 6 – Mette la firma sull’autogol e sul cross per la seconda rete di Ronaldo.

FERNANDEZ: 5,5 – Si spartisce la colpa con Ramos e Navas sul pasticcio dell’autogol. Gli manca il carisma del capitano per uscir fuori dalla trincea.

MARCELO: 7,5 – Salva la porta con due prodigi e sale in cattedra nel finale. Suo, infatti, l’assist per Cristiano. Mezzo voto in meno per le generose concessioni iniziali a Robben.

KROOS: 6 – Tre tiri, a fine primo tempo. Nella ripresa, si colloca più indietro ed è assediato dai bavaresi. Esce applaudito. Ma ha giocato partite migliori (dal 114’, KOVACIC: s.v.).

CASEMIRO: 6 – Si arrovella su Ribery. Resta ruvido e rischia il rosso in più occasioni fra tackle e simulazioni, senza contare il fallo da rigore su Robben.

MODRIC: 7 – Luce sulla scena, dove ogni cosa ruota tutto intorno a lui.

È il regista della partita.

ISCO: 5 – Un primo tempo di scarsa reattività. Calcia a inizio ripresa, ma è fuori (dal 71’, VAZQUEZ: 6,5 – Diamante che brilla pulito e senza macchia. Non sbaglia nulla e gioca facile).

RONALDO: 8 – 100 gol in Champions. Applauso e mille di questi giorni. Morale: 5 reti in 180’ al Bayern. Non si discute.

BENZEMA: 5,5 – In evidente difficoltà: primo titolare sacrificato da Zidane (dal 64’, ASENSIO: 7 – Di grande impatto. Il suo gol è come una sentenza).

All. Zinedine Zidane: 6 – Tradito da Isco e, senza Bale, avrebbe dovuto giocare più coperto. Intanto, è la settima semifinale di Champions League consecutiva per un Real davvero da primati.

Bayern Monaco

NEUER: 7 – Nel primo tempo, scongiura Carvajal e, all’inizio dei supplementare, fa due parate da manuale su Ronaldo e Asensio.

LAHM: 5 – Inizia bene ma poi arriva Marcelo. Ritarda clamorosamente le diagonali. Proprio oggi?

BOATENG: 6,5 – Il migliore di una difesa trasformata in un lazzaretto.

HUMMELS: 6 – Con una caviglia malconcia, regge bene l’avanzata di Ronaldo, per un tempo e mezzo.

Poi crolla, definitivamente giustiziato da Asensio. Perdonabile.

ALABA: 4,5 – Parte bene ed è quasi gol da un suo assist. Poi, il buio. Si perde fra cross e punizioni calciate malamente. E tutto ciò, nonostante Carvajal lo lasci respirare.

ALONSO: 6 – Un eroe. Ma la sua carriera europea finisce qui. 90 minuti le sue gambe non li reggono davvero più (dal 75’, MUELLER: 6 -Favorisce, pressando, l’autogol di Sergio Ramos. Ma ai supplementari, toccherà non più di tre palloni).

VIDAL: 5 – Un fallo su Isco gli costa subito un’amminizione. Poi rischia il rosso, a inizio ripresa e lo trova, sebbene ingiustamente, prima dei supplementari. Impreciso al tiro.

ROBBEN: 6 – S’accende a intermittenza. Quando accade, sfiora il gol. Nel primo tiro, poteva impegnarsi di più, ma il secondo glielo nega Marcelo.

THIAGO: 5,5 – Piedi raffinati, ma non basta. Se Modric è la luce, lui è l’ombra più totale. Spento.

RIBERY: 6 – Si scatena in avvio e va vicino al gol, nella ripresa.

Per tutto il resto, gioca a risparmio energetico (dal 71’, DOUGLAS COSTA 5,5 – Che differenza rispetto all’imprendibile incursore della scorsa stagione! Ecco perché Ancelotti lo preferisce in panchina).

LEWANDOWSKI: 6,5 – Fa ciò che deve: segnare e tenere sotto il tacco mezza difesa del Real. Peccato per quella sua spalla malconcia che lo costringe al ritiro. La sua mancanza pesa nei supplementari (dall’88’, KIMMICH: 6 – Una partita falsata dal doppio gol fuorigioco firmato Ronaldo).

All. Carlo Ancelotti: 7 – Esce a testa alta, nonostante tutto. L’allievo ha superato il maestro? Applausi da tutto il Bernabeu. Stasera è sconfitto solo dall’arbitro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche