Milano, rapporto 'ICity Rate': città più 'smart' d'Italia
Milano, rapporto ‘ICity Rate’: città più ‘smart’ d’Italia
Milano

Milano, rapporto ‘ICity Rate’: città più ‘smart’ d’Italia

città più smart

Città più smart d'Italia è Milano. Per ben quattro anni consecutivi Milano batte a pieni voti tutte le altre città italiane in gara per diventare più smart.

Città più smart d’Italia è Milano. Anche quest’anno dopo ben quattro anni consecutivi Milano si conquista il titolo come migliore “smart city”. Vince su tutte le altre città italiane per crescita economica, mobilità sostenibile, ricerca e innovazione, trasformazione digitale e un’ottima partecipazione e coinvolgimento dei cittadini. Il titolo lo conferma il “ICity Rate 2017” che è il rapporto annuale realizzato da FPA con lo scopo di rappresentare la situazione in tutte le città italiane che si stanno impegnando a diventare “smart”.

La città più smart d’Italia

Città più smart d’Italia è il titolo che è stato consegnato alla città di Milano. A far salire sul podio Milano è il rapporto annuale “ICity Rate 2017”. Non è la prima volta che Milano vince il primo posto, anzi. Si tratta infatti già del quarto anno consecutivo. Milano ha battuto le sue città rivali per ben quattro anni e le ha nettamente superate in varie categorie.

Rispetto alle altre città italiane che si stanno impegnando a diventare più “smart” Milano è superiore in crescita economica, mobilità sostenibile, ricerca e innovazione, trasformazione digitale e ha ottenuto anche ottimi risultati nella partecipazione dei cittadini.

Diventare una città smart

Il rapporto “ICity Rate 2017” si impegna a valutare ogni anno tutte le città che hanno deciso di diventare più “smart”. Ma cosa significa essere una città smart? Essere smart significa rendere la propria città un luogo più vivibile e più vicino ai bisogni dei cittadini. Ma non solo. Una città intelligente è anche innovativa per quanto riguarda l’impianto urbanistico e architettonico. Non è inoltre da sottovalutare l’ottimizzazione e l’innovazione dei servizi pubblici volti ad agevolare il cittadino. Grazie all’impiego delle nuove tecnologie della comunicazione, dell’ambiente e dell’efficienza energetica la qualità della vita è decisamente migliore.

Incontri ICity Lab 2017

A Milano, nella giornata di oggi e di domani, si svolgerà l’incontro ICity Lab 2017.

L’appuntamento nazionale è organizzato da FPA e quest’anno, ovviamente, si terrà presso il Comune di Milano. Si comincia oggi e il tutto si svolgerà all’interno degli spazi innovatidi dedicati di “BASE Milano”. Verrà esposto il ICity Rate 2017, il rapporto annuale di FPA che ha stilato la classifica totale delle città Smart d’Italia. Il rapporto verrà anche messo in relazione con gli obbiettivi di sviluppo sostenibile che si è posta l’Agenda Onu 2030. Dopo la presentazione ci saranno decine di incontri, di tavoli di lavoro e di laboratori creati con lo scopo di coinvolgere il pubblico in tutte le iniziative innovative che renderanno la città sempre più “intelligente”.

Le prospettive future

Durante questo incontro si potrà anche assistere alle nuove iniziative che verranno sviluppate nei prossimi anni. Gianni Dominici, il Direttore generale di FPA, dichiara che entro il 2020 almeno il 50% dei cittadini riuscirà a spostarsi con mezzi alternativi all’automobile.

Ma non è finita, entro il 2030 invece si prospetta che ogni cittadino avrà 50 metri quadrati a testa di verde urbano, contro i 30 metri che sono stati registrati attualmente. Si parla anche di rifiuti, infatti il Direttore sottolinea anche l’importanza di raggiungere il 70% del riciclo dei rifiuti e di portare la raccolta differenziata all’80%. Tutti questi obbiettivi sono già stati stilati nella “Carta di Bologna per l’ambiente” l’8 giugno scorso durante il G7 ambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche