Come migliorare l'elasticità della pelle: rimedi efficaci
Come migliorare l’elasticità della pelle: rimedi efficaci
Wellness

Come migliorare l’elasticità della pelle: rimedi efficaci

elasticità della pelle

Per prendersi cura della propria pelle nel modo più corretto è innanzitutto fondamentale conoscerla a fondo. Ecco come.

La cura della pelle è importante per prevenire i segni del tempo. Il primo passo da cui partire per prendersi cura della propria pelle nel modo più opportuno, è quello di capire quale tipo di epidermide abbiamo. Ogni pelle, infatti, richiede trattamenti e prodotti diversi. Una pelle grassa non ha le stesse necessità di una secca. Una particolarmente sensibile non richiederà gli stessi trattamenti di una mista. Per migliorare l’elasticità della pelle, è fondamentale conoscerla per agire in modo mirato.

L’elasticità della pelle

L’epidermide svolge una funzione di protezione meccanica e di riequilibrio della temperatura del corpo. È la barriera attraverso la quale il nostro corpo si interfaccia al mondo. È l’organo che riveste completamente il corpo e, come tale, è esposto agli attacchi di agenti esterni, al caldo, al freddo e al vento. Proteggerla è, dunque, estremamente importante. La pelle del viso e delle mani è, solitamente, quella più esposta a tali attacchi, se non altro perché non protetta da indumenti.

Come fare, quindi, per prendersi cura correttamente della pelle? Come abbiamo detto, il primo passo è capire quale sia il tipo di pelle che abbiamo.

La pelle grassa

La caratteristica fondamentale della pelle grassa è la sovrabbondante produzione di sebo. La conseguenza visibile è una pelle lucida e unta, con pori dilatati. Come intervenire, dunque? I prodotti da usare puntano tutti su un riequilibrio della produzione di sebo, e su una pulizia profonda e purificante dei pori. Per migliorare l’elasticità della pelle è, comunque, sempre fondamentale integrare la pulizia e la cura della pelle con un’alimentazione sana ed equilibrata, e con un esercizio fisico costante.

La pelle secca

Al contrario della pelle grassa, la pelle secca è quella in cui la produzione di sebo scarseggia. Si presenta come fragile, molto delicata e incline a rossori e irritazioni. Nella pelle secca, mancano i lipidi deputati a trattenere le scorte d’acqua fondamentali all’idratazione. Per questo, vanno privilegiati prodotti specifici, che possano apportare alla pelle i giusti quantitativi d’acqua e nutrizione.

Assolutamente da evitare i prodotti troppo aggressivi che rischiano di irritare ancora di più l’epidermide (lo strato più superficiale della pelle). Fondamentale in caso di pelle secca, è la protezione dagli agenti esterni. Per mantenere la pelle elastica ed evitare screpolature, imparate a proteggere anche viso e mani con prodotti ad hoc e indumenti pesanti in caso di freddo.

La pelle mista

In molti casi, pelle grassa e pelle secca convivono sulla stessa persona. Spesso, infatti, sono solo alcune zone del corpo a soffrire di pelle secca, mentre altre sono più inclini a sviluppare pelle grassa. È la pelle cosiddetta mista. In particolare, la famosa zona T del viso – che comprende fronte, naso e mento – è quella dove la pelle grassa si rende più visibile. Anche in questi casi, esistono prodotti specifici utili a trattare una pelle di questo tipo. Alcuni trattamenti, come lo scrub, per esempio, devono quindi essere mirati alla sola zona grassa da trattare, senza irritare le aree circostanti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche