×

Conte leader del M5S, Di Battista: “Finché sostiene il governo Draghi io non ci sto”

Conte leader del M5S, Di Battista: “Finché sostiene il governo Draghi io non ci sto e starò sempre dall’altra parte della barricata”

Alessandro Di Battista

Giuseppe Conte leader del M5S non dispiace ad Alessandro Di Battista che incassa l’apprezzamento dell’ex premier ma precisa: “Finché sostiene il governo Draghi io non ci sto”. Conte infatti aveva espresso parole di apprezzamento nei confronti dell’ex esponente del movimento, parole che ora può permettersi perché dopo la fuoriuscita di Casaleggio e l’archiviazione delle pendenze economiche su Rousseau puo’ iniziare a parlare da leader.

Tuttavia non è bastato. L’ex deputato pentastellato ha infatti confermato la sua lealtà nei confronti di Conte ma considera il governo Draghi, di cui il M5S è parte, un ostacolo insormontabile.

Conte leader del M5S, Di Battista: “Con il governo Draghi non ci sto”. L’elogio dell’ex premier

In una intervista al Corriere della Sera, Conte ha definito Di Battista “un ragazzo leale e appassionato; adesso è in partenza per l’America Latina ma quando tornerà ci confronteremo e valuteremo le ragioni per camminare ancora insieme”.

E “Dibba” non ha tardato a rispondere e in un certo senso a gelare Conte: “Ti sono leale ma fino a che il Movimento sosterrà questo governo io starò sempre dall’altra parte della barricata”. Tradotto: tornate all’opposizione e tornerò io.

Conte leader del M5S, Di Battista: “Se sostiene Draghi io non ci sto”. Dove “Dibba” vede il marcio

Ovviamente il focus delle critiche di Di Battista all’esecutivo in carica poggiano sulla sua natura composita, una natura che su temi come migranti, ambientalismo ed economia vede godere di credito anche le visioni di Lega e Pd.

L’ex deputato è in partenza, l’ennesima, per l’America Latina e ha voluto rivolgere un messaggio a Conte: “Sono in partenza, come sai sono appassionato di politica estera e di movimenti sociali ed in America Latina c’è fermento. Per confronti politici leali e franchi per te ci sarò sempre anche perché non dimentico chi e perché ti ha buttato giù”. E ancora: “Ti sono stato leale quando occorreva andare fino in fondo con la linea che il Movimento aveva scelto”.

Conte leader del M5S, Di Battista: “Finché sostiene il governo Draghi io starò sempre dall’altra parte della barricata”

E poi: “Ti sono leale adesso e questo, in politica, significa dire pubblicamente quel che si pensa intimamente. Fino a che il Movimento sosterrà questo governo io starò sempre dall’altra parte della barricata”. E nel novero degli ostacoli fra Conte e Di Battista c’è anche quello che l’ex deputato ha definito un “esecutivo a trazione Confindustria”, poi l’alleanza con il Pd, le affermazioni di Enrico Letta sui migranti e un certo “ambientalismo di facciata, o sporco, o di establishment”. Per non parlare del limite ormai valicato del doppio mandato e dell’utilizzo dei fondi pubblici. Di Battista ha poi rilanciato della creazione di una Casa Farmaceutica Pubblica ed ha chiosato con il proposito di contrastare “fermamente l’austerità che, celatamente, sta tornando: sono convinto che ti abbiano fatto fuori anche perché hai effettuato sacrosanti scostamenti di bilancio per ristorare famiglie ed imprese”.

Contents.media
Ultima ora