×

Conte sul Governo Draghi: “Non voglio farlo cadere, ma chiediamo di essere ascoltati”

L'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha chiesto all'esecutivo che il Movimento 5 Stelle venga ascoltato.

Conte Governo Draghi

“Non mi permetterei di dare stilettate al premier”, sono state queste le parole che l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha pronunciato. Il leader del Movimento 5 Stelle a Porta a Porta ha infatti chiarito che non è il suo obiettivo far cadere il Governo attualmente guidato da Mario Draghi.

Ciononostante ha chiesto esplicitamente che “il contributo del Movimento 5 stelle sia rispettato e ascoltato e possa orientare le soluzioni di questo governo”. 

Conte fa una richiesta al Governo Draghi: “Ho posto questioni politiche serie”

Nel corso della sua lunga riflessione Conte ha poi affrontato un tema particolarmente critico come la guerra in Ucraina: “Secondo me, dopo due mesi e mezzo, un governo di unità nazionale che affronta una emergenza bellica ha il dovere di continuare a interloquire con il Parlamento.

Un indirizzo politico ci serve, dobbiamo chiarircelo”. Ha anche aggiunto: “Questo conflitto bellico ci sfida, ci sono varie questioni che vanno chiarite e risolte. Sicuramente un confronto parlamentare può aiutarci a risolverle”.

Conte: “Mi batterò per una legge proporzionale”

Non ultimo il leader dei pentastellati ha puntato l’attenzione sulla legge elettorale per la quale – ha spiegato – si è batterà affinchè sia proporzionale:  “Se non introduciamo un meccanismo proporzionale, con il taglio dei parlamentari rischiamo un salto di rappresentanza tra governanti e governati ancora più evidente […] con una soglia troppo bassa si rischia una eccessiva frammentazione”. 

Contents.media
Ultima ora