Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Meteo, previsioni per il weekend: mezza Italia sotto la pioggia
Cronaca

Meteo, previsioni per il weekend: mezza Italia sotto la pioggia

allagamenti

Buona parte della Penisola dovrà aspettarsi scrosci d'acqua violenti e forti raffiche di vento, oltre a possibili grandinate.

Non sono buone le previsioni meteo per il weekend del 25 e 26 maggio 2019. Sembra infatti che gran parte dei cittadini italiani dovrà recarsi alle urne elettorali munita di ombrello e impermeabile. Come riportano gli esperti, metà dello stivale sarà colpito, specie nella giornata di domenica, da una terribile perturbazione che risparmierà poche regioni. Non solo: in alcune zone potrà manifestarsi con una tale violenza da provocare frane e allagamenti. Un altro fine settimana, dunque, turbato dal maltempo, che ostacolerà il docile clima primaverile con scrosci d’acqua autunnali e un’atmosfera da brividi.

Le previsioni

La giornata di sabato 25 maggio assisterà a rovesci intensi che interesseranno soprattutto il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Lombardia, l’Emilia (meno coinvolta la Romagna e i settori emiliani orientali) e il Trentino Alto Adige. Verso il pomeriggio nuvole cariche di pioggia raggiungeranno anche l’Umbria, le Marche, l’Abruzzo e buona parte delle Isole Maggiori.

Sul resto della Penisola, invece, il cielo si presenterà in prevalenza poco nuvoloso e le temperature saliranno grazie anche alle correnti dai quadranti meridionali.

Diversa la situazione prevista per domenica 26 maggio. Nelle zone tirreniche e in Sicilia il sole lascerà il posto a rovesci temporaleschi, con l’arrivo di un vortice ciclonico che porterà anche grandinate e vento forte, specialmente sulla Sicilia centro-orientale e sulla parte nordoccidentale della Calabria. Previsto invece un miglioramento, con un rialzo delle temperature, nella Pianura padana. Al Nord, infatti, le piogge interesseranno solo l’arco alpino e le Prealpi.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche