Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Napoli, motociclista distratto investe donna in pieno centro
Cronaca

Napoli, motociclista distratto investe donna in pieno centro

napoli motociclista investe donna

Il centauro viaggiava a velocità troppo sostenuta mentre guardava lo smartphone: sono queste le ipotesi che hanno provocato l'incidente.

Grave incidente a Napoli, fortunatamente senza gravi conseguenze. Intorno alle 20 di ieri, venerdì 24 Maggio 2019, nel pieno Centro Storico della città partenopea, a due passi da Piazza Matteotti, una donna di 40 anni è stata investita da un motociclista mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. La donna si trovava in via Monteoliveto nei pressi del palazzo della Questura partenopea. Mentre passava da un lato della strada all’altro, un centauro l’ha colpita in pieno. L’uomo non si sarebbe accorto di nulla. Stando a quanto riportato dal sito fanpage.it, il motociclista in sella alla sua moto stava guidando a velocità troppo sostenuta mentre guardava il cellulare.

Non sarebbe in gravi condizioni

Sul luogo dell’incidente sono subito giunti i soccorsi, i quali hanno immediatamente disposto tutte le cure del caso e trasportato la donna con urgenza in ospedale. Nonostante il forte impatto, la donna non sarebbe in gravi condizioni. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri.

Le forze dell’ordine, oltre a stabilire l’esatta dinamica dei fatti, hanno altresì provveduto a liberare la strada dal traffico creatosi in seguito all’incidente.

Testimoni dell’intera vicenda il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità, Francesco Emilio Borrelli, e il responsabile del settore ambiente del partito Enzo Vasquez. Entrambi i consiglieri hanno fatto sapere che chiederanno alla Polizia Municipale “che in quel punto non sosti più alcun veicolo che possa anche minimamente limitare la visuale di centauri ed automobilisti. Questo per garantire un attraversamento più sicuro ai pedoni”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche