Lancia la figlia dal balcone, la disperazione della madre: “Ho provato a rianimarla”
Cronaca

Lancia la figlia dal balcone, la disperazione della madre: “Ho provato a rianimarla”

Lancia figlia dal balcone a Napoli, la disperazione della madre
Lancia figlia dal balcone a Napoli, la disperazione della madre

"Ho sposato un mostro, è il diavolo, gli animali hanno più dignità", ha commentato la madre della piccola Ginevra, la bimba lanciata dal balcone.

Agnese non riesce a capacitarsi di aver perso la sua piccola Ginevra per mano dell’uomo che amava. Quando Salvatore Narciso, 35 anni, ha lanciato la figlia dal balcone, uccidendola, per poi tentare il suicidio nello stesso modo, la madre della bambina era in casa insieme a loro. L’ha vista a terra, sulla strada antistante la loro abitazione, e subito ha tentato di salvarle la vita. Servendosi delle sue conoscenze da medico, ha cercato in tutti i modi di rianimarla praticandole la respirazione bocca a bocca, ma per la bimba non c’è stato niente da fare.

Lancia la figlia dal balcone, la disperazione della madre

Tutto ha avuto origine da una lite tra il padre e la madre della piccola Ginevra. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, i due coniugi hanno avuto una violenta discussione la notte prima della tragedia, nel loro appartamento in via Cozzolino di San Gennaro Vesuviano, popoloso Comune in provincia di Caserta. Salvatore, imprenditore 35enne, non riusciva a rassegnarsi alla richiesta di separazione avanzata dalla moglie, che avrebbe messo fine a un matrimonio celebrato nel dicembre 2016.

L’idea che la loro vita insieme stesse per finire era per lui insopportabile e l’uomo ha preferito farla finita, trascinando con sé anche la figlia che ha lanciato dal balcone.

La madre: “Ho sposato un mostro”

Una tragedia che ha sconvolto la comunità di San Gennaro Vesuviano. I vicini di casa parlano di “una famiglia perbene. Ginevra qui era di casa, la nonna stravedeva per lei”. Ma tutto è cambiato in pochi istanti. “È un animale. Anzi no, gli animali hanno più dignità. Ho sposato un mostro, è il diavolo“, ha urlato Agnese dal balcone su cui si è consumata la tragedia.

La bambina è morta sul colpo, mentre il padre è rimasto ferito, non gravemente, nell’impatto. L’uomo è stato trasferito all’ospedale Cardarelli, dove ha ricevuto le prime cure. Al momento non ha rilasciato alcuna dichiarazione ai magistrati.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.