Etna in eruzione, colata lavica e zampilli di cenere
Cronaca

Etna in eruzione, colata lavica e zampilli di cenere

etna in eruzione

Il traffico aereo era stato interrotto a causa dell'eruzione dell'Etna. Riaperto, ma solo parzialmente, lo scalo di Fontanarossa.

Dopo giorni di avvisaglie, l’eruzione è arrivata. Nella giornata di venerdì 19 luglio, infatti, una colata lavica è scesa giù per le pendici, con emissione di cenere e gas nell’area sottostante. In particolare, i fenomeni starebbero interessando il cratere di sud-est, con il magma che si incanala verso la balle del Bove. Nella notte è stato visibile anche a distanza, da Catania e da tutto il litorale, complice il buio. Stando a quanto affermato, dal vulcano si sentono chiaramente forti boati, sempre più frequenti nelle ultime ore.

Etna in eruzione, l’Ingv rassicura

A monitorare la situazione da vicino c’è l’osservatorio etneo dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania. Gli esperti hanno fatto sapere che il vulcano è “carico di energia”, come dimostrato dai tremori. “Molte esplosioni lanciano modeste quantità di materiale incandescente e tutti producono piccoli sbuffi di cenere – scrivono -. Non si nota alcuna tendenza chiara in questa attività, né in aumento, né in diminuzione, e l’ampiezza del tremore vulcanico si attesta su livelli medio-bassi“.


Riaperti gli aeroporti

A seguito delle prime colate laviche, erano stati chiusi gli aeroporti di Catania e Comiso.

Nella prima mattinata l’unità di crisi si è riunita ed è stata decisa la parziale riapertura dello scalo di Fontanarossa. L’operatività è ovviamente ridotta: sarebbero state confermate tutte le partenze, mentre sono stati autorizzati solo sei atterraggi l’ora. La Sac invita comunque tutti i passeggeri in partenza a verificare lo stato del proprio volo contattando le compagnie aeree e a mantenersi aggiornati sull’operatività dello scalo attraverso sito ufficiale e canali social.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.