Vincita al Superenalotto, la ricevitoria: “Siamo rimasti di stucco”
Cronaca

Vincita al Superenalotto, la ricevitoria: “Siamo rimasti di stucco”

superenalotto-vincita

I titolari della ricevitoria dove è avvenuta la vincita da 209 milioni al Superenalotto affermano di non conoscere l'identità del fortunato vincitore.

A 24 ore dalla clamorosa vincita al Superenalotto avvenuta nella serata del 13 agosto parlano i titolari della ricevitoria Bar Marino di Lodi dove è stata giocata la schedina vincente. Intervistata dal quotidiano La Repubblica, la figlia del titolare del bar, Sara Poggi, ha ammesso di essere rimasta stupita dall’avvenimento. Il montepremi da record vinto ieri sera era infatti di oltre 209 milioni di euro, il più alto al mondo.

Vincita al Superenalotto, parla la ricevitoria

Davanti ai microfoni dei giornalisti, la figlia del titolare esprime la propria gioia per la vincita milionaria appena avvenuta: Siamo contentissimi, abbastanza entusiasti della cosa. Oggi abbiamo avuto tantissime richieste, con anche gente che non sapeva come giocare e a cui abbiamo dovuto spiegare. Diciamo che il montepremi aiutava tantissimo e la gente era molto invogliata a giocare”. Sara Poggi poi aggiunge anche le sensazioni provate quando hanno scoperto di essere la ricevitoria in cui era avvenuta la vincita: “Un crampo allo stomaco assolutamente perché comunque è una notizia che rimani di stucco.

Comunque tu ci metti tutto l’impegno che vuoi quando hai un’attività ma quando succedono queste cose è il caso, la fortuna, non è in base a te che va la giocata”.

La donna ricorda poi come la schedina vincente sia stata giocata tramite il cosiddetto sistema Quick Pick, che compila automaticamente la cedola: “Abbiamo il fortunato o la fortunata, non sappiamo neanche chi fosse. A quanto sembra è una giocata da 2 euro fatta da Quick Pick, quindi vuol dire che è una giocata fatta dal terminale, emessa dal terminale direttamente quindi non una giocata fatta compilando una schedina”.

Altre schedine vincenti in passato

Nel corso dell’intervista la donna ricorda poi come già in passato fossero avvenute altre importanti vincite nello loro ricevitoria: “Noi siamo qua da sei anni. È un tempo breve però noi abbiamo già avuto più di una vincita buona. Abbiamo avuto nel 2014 una vincita che era il 5 + 1 che era stato fatto in due in tutta Italia e sono stati vinti 123mila euro, e poi recentemente un’altra da 50mila euro.

Può darsi che saremo anche un bar fortunato”.

Nel finale anche una piccola considerazione sulla possibile destinazione dei soldi vinti: “Una cifra del genere noi speriamo davvero con tutto il cuore che la persone che vinca magari guardi anche le persone che ha intorno, quindi fare del bene perché non sono soldini piccoli. Poi ognuno ovviamente fa quello che crede però con una cifra così alta insomma…”. Alla domanda invece su un possibile regalo fatto dal fortunato vincitore ai titolati del bar la donna risponde: “Se avrà voglia volentieri, se no pazienza non c’è nessun problema”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.