×

Open Arms a Lampedusa oggi: “Minorca? Decisione incomprensibile”

La risposta della Ong Open Arms davanti all'accordo tra Italia e Spagna: "Il trasferimento a Minorca è incomprensibile".

Open Arms Lampedusa oggi
Open Arms Lampedusa oggi

Restano ancora al largo di Lampedusa i 107 migranti a bordo della Open Arms, a oltre due settimane dal salvataggio. Dopo il rifiuto di fare rotta verso il porto spagnolo di Algeciras, si riapre l’ipotesi di uno sbarco in Spagna. I portavoce della Ong si sono detti disposti a far sbarcare i naufraghi a Minorca, nelle isole Baleari, a condizione che la navigazione avvenga a bordo di una nave italiana o spagnola che si occupi del trasferimento.

Open Arms a Lampedusa

Quella di fare rotta verso un porto spagnolo è una “decisione incomprensibile“, data la vicinanza della Open Arms alle coste di Lampedusa. Così i portavoce della Ong spagnola hanno risposto alla proposta del governo Sanchez, che dopo il rifiuto di Algeciras ha offerto di accogliere i naufraghi a Minorca. I volontari dell’organizzazione non governativa si sono detti, tuttavia, disposti ad accettare l’offerta. A condizione, però, che la traversata avvenga a bordo di un’imbarcazione “adatta a raggiungere il porto spagnolo in breve tempo e compatibile con la situazione attuale”.

Il ministro Danilo Toninelli ha messo a disposizione navi della Guardia costiera italiana per accompagnare il trasferimento.

La risposta della Open Arms

Questo il commento del presidente di Open Arms, Riccardo Gatti: “Dopo 18 giorni di stallo, Italia e Spagna sembrano finalmente aver trovato un accordo, decisione che ci appare del tutto incomprensibile. Con la nostra imbarcazione a 800 metri dalla costa di Lampedusa, gli Stati europei stanno chiedendo a una piccola Ong come la nostra di affrontare 590 miglia e tre giorni di navigazione con 107 persone stremate a bordo e 19 volontari molto provati che da più di 24 giorni provano a garantire quei diritti che l’Europa nega”. Il presidente ha poi invitato Roma e Madrid ad assumersi “la responsabilità di garantire, mettendo a disposizione tutti i mezzi necessari, che queste persone finalmente sbarchino in un porto sicuro”.


Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.

Leggi anche