×

Ponte crollato, Giorgia Meloni: “Mettiamo fine a questo schifo”

Condividi su Facebook

L'Anas al centro delle polemiche: a novembre era già stata segnalata una grossa crepa nel ponte crollato tra Santo Stefano Magra e Albiano.

ponte crollato

Paura al confine tra le province di La Spezia e Massa e Carrara, dove è crollato il ponte che congiunge Santo Stefano Magra con Albiano. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Due i furgoni coinvolti (non uno solo, dunque, come apparso dalle prime ricostruzioni). Uno dei due conducenti è riuscito a trarsi in salvo da solo ed è rimasto illeso. Il secondo avrebbe invece riportato un trauma toracico ma non sarebbe in pericolo di vita. Entrambi sono stati trasferiti in codice giallo in ospedale, rispettivamente a Pisa e al Sant’Andrea della Spezia.

È polemica per la mancata manutenzione del ponte da parte dell’Anas, a cui sembra fosse già stata segnalata la presenza di una grossa crepa un anno prima del crollo del ponte. Giorgia Meloni: “Mettere fine a questo schifo“.

Meloni: “Mettere fine a questo schifo”

L’episodio è stato commentato anche da Giorgia Meloni tramite i propri canali social.

“Da italiana provo rabbia nel vedere crollare i ponti della mia Nazione, segno di anni di mala gestione e cattiva politica” scrive la leader di Fratelli d’Italia. “La fine dell’emergenza (coronavirus, ndr) dovrà segnare anche la fine di questo schifo, partendo da un imponente piano infrastrutturale e la revoca di ogni posizione di rendita”.

La crepa e le segnalazioni all’Anas

La prima segnalazione risale all’inizio di novembre 2019. A questa ne sono seguite altre due, spiega il sindaco di Aulla Roberto Valettini, ma l’Anas, dopo aver effettuato due sopralluoghi, aveva dichiarato agibile il tratto in questione. “Ora bisogna capire se questo crollo poteva essere evitato” continua il primo cittadino. “Vedere un ponte totalmente collassato su stesso così con tutte le campate è una cosa incredibile, già viviamo un incubo per il Coronavirus. Questo è un incubo nell’incubo, una situazione difficile per il nostro paese e tutta la zona”.

ponte crollato

Crollato un ponte tra Liguria e Toscana

Il crollo è avvenuto improvvisamente, nella mattinata di mercoledì 8 aprile, intorno alle ore 10.30. Il tratto interessato si trova sulla strada provinciale Sp 70, che attraversa il fiume Magra. Si tratta del ponte della Caprignola, che collega la Liguria e la Toscana, tra i Comuni di Aulla e Bolano, rispettivamente in provincia di Massa e Carrara e di La Spezia.

Sembra che già l’anno precedente sul ponte fosse comparsa una crepa, ripetutamente segnalata dalle autorità locali all’Anas.

ponte crollato

Paura nella regione teatro della tragedia del Ponte Morandi, nell’agosto 2018, mentre l’Italia continua a combattere contro l’epidemia di coronavirus.

ponte crollato

Il racconto di un testimone

Secondo quanto riferito da un testimone, sul ponte crollato, era presente solo un camion. Successivi accertamenti hanno rivelato che sono in realtà due i veicoli coinvolti.

Il conducente (un tecnico della TIM) sembrerebbe essere salvo e in buone condizioni di salute. Il testimone ha inoltre riferito importanti dettagli circa la dinamica dell’accaduto. La strada sarebbe precipitata tutta insieme: non si sarebbe verificata, dunque, una rottura dei pilastri come invece è avvenuto con il ponte di Genova.


Altri testimoni raccontano, invece, di aver sentito un forte odore di gas poco prima del crollo.

ponte crollato

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.