×

Incidente sulla Napoli-Canosa, Emanuele si è spento all’età di 41 anni

Condividi su Facebook

Emanuele D'Agostino si è spento all'età di 41 anni dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale sulla A16 domenica 28 giugno

incidente

Si è spento all’età di 41 anni Emanuele D’Agostino, il motociclista di Sant’Antimo rimasto coinvolto in un incidente stradale sulla A16 domenica 28 giugno. L’uomo era con la sua moto quando si è scontrato con un’automobile.

Incidente sulla Napoli – Canosa

Domenica 28 giugno attorno alle ore 13 Emanuele D’Agostino è rimasto coinvolto in un grave incidente sull’autostrada Napoli – Canosa, nel tratto tra Avellino Ovest e Baiano. Il motociclista si è scontrato contro l’automobile di una coppia di anziani della provincia di Trento. Quest’ultimi, sotto choc, non hanno riportato ferite, mentre per il 41enne la situazione è apparsa subito critica. L’impatto ha provocato lesioni interne e una emorragia cerebrale.

Il suo cuore, inoltre, si era fermato, con i sanitari del 118 che, giunti sul posto, erano riusciti a rianimarlo. Trasportato all’ospedale Moscati di Avellino, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico alla testa. L’uomo ha lottato tra la vita e la morte per due giorni, ma alla fine, purtroppo, non ce l’ha fatta e Emanuele D’Agostino si è spento all’età di 41 anni.


Non sono ancora chiare le dinamiche che hanno provocato l’incidente che, a quanto pare, avrebbe avuto luogo sulla corsia di sorpasso del rettilineo che va dal viadotto Acqualonga al casello di Baiano. Le indagini sono affidate alla Polstrada di Avellino e gli agenti, guidati dal comandante Renato Alfano, hanno ascoltato alcuni testimoni e la coppia per ricostruire la dinamica. Al momento non è chiaro se a provocare lo scontro sia stato un sorpasso azzardato da parte del motociclista, oppure una manovra del conducente dell’auto.

2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
maullixio e giacy molestano viccchy bancomat
1 Luglio 2020 23:09

con una banda di loschi…..

petronillila molestano viccchy bancomat
1 Luglio 2020 23:10

dicono:te la mettiamo in cu…

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.