×

Nuovo Dpcm, cosa prevede: domande e risposte sulle nuove restrizioni

Condividi su Facebook

Tutte le risposte alle domande più frequenti sulle disposizioni del nuovo dpcm in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre.

Dpcm cosa prevede domande e risposte

Il nuovo dpcm è ufficialmente entrato in vigore ma sono ancora molti i dubbi che attanagliano i cittadini, tra le attività che rimangono aperte nelle zone rosse, le occasioni in cui si deve usare l’autocertificazione e la possibilità di recarsi dai congiunti: qui una serie di domande e risposte per capire cosa prevede il provvedimento.

Domande e risposte sul nuovo dpcm

Quali sono le zone rosse?
Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

Quali sono le zone arancioni?
Puglia e Sicilia.

Quali sono le zone gialle?
Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province autonome di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto.

Quali attività rimangono aperte nelle zone rosse?
Nelle zone ad alto rischio resteranno aperti supermercati, negozi che vendono beni alimentari e di necessità, edicole, tabaccherie, farmacie, parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

Per andare dal parrucchiere serve l’autocertificazione?
Sì, è necessario specificare la destinazione.

Sono aperti i centri estetici?
Sì ma soltanto nelle zone gialle e arancioni. In quelle rosse dovranno rimanere chiusi.

É consentito recarsi in lavanderia?
Sì, in tutte le aree del paese.

Si può andare a correre?
Sì, è sempre consentito andare a correre anche in una zona rossa ma soltanto da soli e rispettando il distanziamento di almeno un metro da ogni altra persona.

Si può andare a messa?
Sì, è possibile prendere parte alle funzioni religiose ma sempre con l’autocertificazione.

Si può uscire per visite mediche?

Si, nel modulo va indicata la destinazione ma non il motivo per privacy.

Si può andare a far visita ai congiunti?
Nelle zone rosse è vietato ogni spostamento all’interno del territorio comunale e verso altre zone diverse da quelle di residenza, dunque bisogna recarsi dai parenti soltanto se si ha una comprovata esigenza.

Nelle zone arancioni è possibile andare solo se i congiunti vivono nello stesso comune mentre in quelle gialle è soltanto raccomandato evitare gli incontri. Sono invece sempre consentiti gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o l’affidatario in caso di divorzio o separazione.

Si possono accompagnare i figli a scuola?
Sì, sempre compilando l’autocertificazione.

Si può uscire con il cane?
Chi si trova in zona gialla o arancione può portare a spasso il proprio cane (rimanendo all’interno del comune di residenza se in area arancione) dalle 5 alle 22 senza bisogno di autocertificazione.

Anche chi abita in una regione rossa potrà uscire senza bisogno di compilare il modulo ma rimanendo nei pressi della propria abitazione.

Ci si può spostare da un comune all’altro?
Sì se ci si trova in zona gialla. Se invece si risiede in un’area arancione o rossa lo spostamento sarà consentito solo per comprovate esigenze.

Si può uscire per fare una passeggiata nelle zone rosse?
Sì ma rimanendo nei pressi della propria abitazione. In questo caso non c’è bisogno di autocertificazione.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media