×

Dpcm Natale, autocertificazione per chi assiste un genitore solo

Condividi su Facebook

Per spostarsi tra le Regioni al fine di assistere un genitore solo sarà necessaria l'autocertificazione: le parole del sottosegretario Zampa.

autodichiarazione natale per assistere genitore solo

Il nuovo Dpcm di Natale (entrerà in vigore a partire al 4 dicembre) prevede il divieto di spostamento tra le Regioni a partire dal 20 dicembre, salvo per ragioni di necessità, come assistere un genitore solo. In questi casi sarà obbligatoria l’autocertificazione.

Ne verrà preparata una specifica per questo motivo, secondo quanto riportato dal sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, ospite di Otto e Mezzo.

Clicca QUI per scaricare il modello dell’autodichiarazione.

Autocertificazione a Natale: quando servirà?

Due congiunti che abitano in due regioni diverse ma gialle e partono prima del 20 dicembre, potranno vedersi. Sicuramente si potrà sempre raggiungere la regione di residenza e si sta discutendo se far valere anche il domicilio” ha spiegato Sandra Zampa. “Non indicheremo limiti per il numero di persone a tavola ma sconsiglierei di aprire ai non conviventi. Aiutarsi questa volta significa rinunciare a vedersi” ha aggiunto il sottosegretario alla Salute, parlando di pranzi e cene durante le giornate di festa.

Nonostante gli spostamenti siano vietati, ci sarà un’autocertificazione specifica che permetterà alle persone di spostarsi per andare ad assistere un solo genitore. Sandra Zampa ha parlato anche della Messa di Natale, spiegando che si dovrà rientrare a casa prima del coprifuoco delle 22. Di conseguenza, le messe dovranno essere organizzate intorno alle 20 o 20.30.

Per quanto riguarda le scuole superiori, c’è l’ipotesi di farle riaprire a metà dicembre, ma ci sono molte discussione in corso. Zampa ha spiegato che sarebbe meglio aprirle a gennaio, visto che l’obiettivo non è ancora stato raggiunto pienamente. I confini comunali saranno blindati a Natale e Capodanno. Dal 21 dicembre al 6 gennaio non ci si potrà spostare tra le regioni e c’è il divieto assoluto di raggiungere le seconde case. I ristoranti dovranno chiudere alle 18 e le misure saranno particolarmente rigide. Per quanto riguarda i divieti per gli spostamenti sono esclusi, come sempre, i motivi di lavoro, di salute e di necessità, con l’aggiunta del ritorno nella propria abitazione. Nelle prossime ore il Governo si confronterà con le Regioni per stabilire con più precisione quali saranno queste “situazioni di necessità“. La notte del 31 dicembre verranno chiusi anche i ristoranti degli alberghi.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media