×

Bertolaso: “A Bergamo e Brescia da domani 24mila vaccini a over 60”

Il piano di Bertolaso: "24mila vaccini per gli over 60 di Bergamo e Brescia entro 5-6 giorni".

Bertolaso vaccini Bergamo Brescia

La Regione Lombardia prova a dare una svolta nel proprio piano vaccinale e mira nel nuovo cronoprogramma a dare la priorità a le zone che in questo periodo sono maggiormente colpite dall’arrivo della variante inglese, vale a dire Bergamo, Brescia e le loro rispettive province.

Il commissorio regionale per l’emergenza, Guido Bertolaso, nel commentare il piano coordinato con l’assessore al Welfare Letizia Moratti, ha assicurato che da domani, 25 febbraio, ed entro 5-6 giorni verranno vaccinate nella zona d’interesse (15 Comuni della provincia di Bergamo e 8 della provincia di Brescia) 24mila persone over 60.

Bertolaso sui vaccini a Bergamo e Brescia

L’obiettivo, ribadito dall’ex capo della Protezione Civile, è quello di creare un vero e proprio cordone sanitario nelle aree dove il contagio ha ripreso ad aumentare. Questo avrà naturalmente delle ripercussioni su altre categorie: “Probabilmente – dice Bertolaso – per fare in modo di avere le dosi necessarie a vaccinare gli over 60 nei Comuni al confine tra la provincia di Brescia e di Bergamo, dovremo rallentare la somministrazione della cosiddetta fase 1 bis per quanto riguarda le attività sociali, dove tutto sommato ci sono categorie che non sono le più a rischio.

Chiaro è che la coperta è corta, anzi è un fazzoletto e ci dobbiamo muovere su quelle che sono le priorità”.

La scala di priorità dunque nei Comuni di confine tra Bergamo e Brescia sarà la seguente: prima gli over 80 che sono alcuni migliaia, seguiti dai coloro che hanno un’età compresa tra i 60 e i 79 anni che saranno vaccinati sia con il siero di AstraZeneca che con quello di Pfizer.

“Verranno fatte circa 2.500 vaccinazioni al giorno nella parte bresciana e altrettante in quella bergamasca – assicura Bertolaso – per un totale di 4-5.000 somministrazioni al giorno“.

La lista dei comuni interessati

Per l’iniziativa sono stati predisposti quattro centri vaccinali, due per ogni città, a Chiuduno, Iseo, Antegnate e Chiari, con 18 linee vaccinali sia a Brescia che a Bergamo. Questa invece la lista dei comuni interessati nel bergamasco: Adrara San Martino, Calcio, Castelli Calepio, Cividate al Piano, Credaro, Gandosso, Palosco, Predore, Pumenengo, Sarnico, Tavernola bergamasca, Telgate, Torre Pallavicina, Viadanica, Villongo. A cui si aggiungono quelli del bresciano: Roccafranca, Rudiano, Urago d’Oglio, Pontoglio, Palazzolo s/O, Capriolo, Paratico, Iseo.

La nuova strategia vaccinale includerà anche i comuni ora in zona rossa di Bollate, Viggiù e Mede. Nel primo caso si partirà dagli over 80 ancora sprovvisti e poi si passerà agli insegnati che verranno vaccinati nel polo allestito alla Fiera di Milano, mentre a Viggiù – confine con la Svizzera – si provvederà a somministrare le dosi all’intera popolazione maggiorente residente nel Comune.

Contents.media
Ultima ora