×

Bonus baby sitter: come funziona, i requisiti e dove richiederlo

Condividi su Facebook

Il governo ha confermato l'erogazione di importi fino a 2.000 euro a sostegno delle famiglie: come funziona il bonus baby sitter e dove richiederlo.

bonus baby sitter come funziona

Nel Decreto Rilancio approvato dal Consiglio dei Ministri il 13 maggio 2020 è nuovamente presente il bonus baby sitter per sostenere le famiglie durante l’emergenza coronavirus che ha imposto la chiusura delle scuole: di seguito come funziona il sostegno, i requisiti per riceverlo e come farne richiesta.

Bonus baby sitter: come funziona

Si tratta di un voucher erogato dall’INPS da utilizzare per il pagamento di baby sitter regolarmente assunte ma anche di centri estivi. Mentre per il mese di marzo il suo importo era pari a 600 euro e poteva arrivare ad un massimo di 1.000 per il personale medico e sanitario e le Forze dell’Ordine, per il mese di maggio gli importi massimi sono saliti rispettivamente a 1.200 e 2.000 euro.

Possono usufruire della misura soltanto coloro che non hanno già congedi parentali e hanno figli minori di 12 anni. In caso invece di figli con disabilità, non vi è limite di età purché essi siano iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.

I requisiti

Potranno ricevere il bonus sia lavoratori dipendenti privati, sia lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS e sia i lavoratori autonomi, sia iscritti che non iscritti all’INPS.

Per loro il bonus potrà arrivare fino a 1.200 a meno che non siano medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari o personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica. In tal caso l’importo raggiungerà quota 2.000 euro.

Non avranno i requisiti per poter fare richiesta del bonus le famiglie con un genitore disoccupato/non lavoratore o con strumenti di sostegno al reddito e chi usufruisce già del congedo parentale.


Come richiederlo

La richiesta del bonus baby sitter può essere fatta in due modi, online o contattando il numero verde. Nel primo caso bisognerà:

  • recarsi sul sito www.inps.it, quindi su “Servizi online” e su “Servizi per il cittadino”;
  • autenticarsi con il proprio PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN);
  • andare su “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito” e poi su “Bonus servizi di baby-sitting”.

Nel secondo caso bisognerà chiamare il Contact Center al numero 803.164 gratuitamente da rete fissa oppure al numero 06 164.164 da cellulare, pagando in base alla propria tariffa.

Una volta terminata la compilazione della domanda per il bonus, l’utente ne può vedere il riepilogo prima di accettare le disposizioni sulla privacy. A quel punto questa viene salvata e inviata. Per verificarne lo stato sarà sufficiente accedere alla sezione “Consultazione“: qui si potranno controllare gli aggiornamenti e, qualora l’INPS valutasse idonea la domanda, procederà all’erogazione del bonus sul libretto famiglia.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.