Polonia, sindaco di Danzica accoltellato durante un concerto
Esteri

Polonia, sindaco di Danzica accoltellato durante un concerto

Sindaco di Danzica accoltellato
Sindaco di Danzica accoltellato

Il sindaco di Danzica, Pawel Adamowicz, è stato accoltellato da un pregiudicato 27enne durante un evento di beneficienza: è grave.

Pawel Adamowicz, sindaco di Danzica, è stato accoltellato durante un concerto di beneficienza, davanti alle telecamere della televisione polacca. L’aggressore salito sul palco e ha colpito ripetutamente il primo cittadino, urlando: “Adamowicz è morto“. Secondo le prime indiscrezioni, si tratta di un 27enne pregiudicato e accusato di diverse rapine in banca. Dopo l’arresto, l’uomo ha dichiarato di essere stato incarcerato e torturato, pur innocente, durante gli anni (dal 2007 al 2015) in cui Piattaforma Civica, l’ex partito di Adamowicz, è stato al governo.

Pawel Adamowicz, sindaco di Danzica

Accoltellato il sindaco di Danzica

Il sindaco stava partecipando al concerto conclusivo dell’evento organizzato dalla Wosp, l’organizzazione Grande Orchestra Caritatevole di Natale. L’associazione, attraverso eventi di beneficienza, raccoglie ogni anno milioni di euro da donare agli ospedali per l’acquisto di attrezzature sanitarie. Il primo cittadino di Danzica è uno dei politici più in vista del Paese. Milita tra le fila del partito di opposizione al governo sovranista di Jaroslaw Kaczynski. Adamowicz è stato eletto nel 1998 e nel 2018 è stato confermato con il 65% delle preferenze. La sua amministrazione si caratterizza per le sue posizioni progressiste. Adamowicz non ha mai fatto mancare il proprio sostegno alla comunità LGBT e a tutte le minoranze presenti in città.

“C’è speranza, ma condizioni serie”

Il presidente della Polonia Andrzej Duda non ha nascosto la propria preoccupazione per la sorte del primo cittadino. “I medici sono riusciti a rianimarlo e c’è speranza, ma le sue condizioni sono molto serie”, ha dichiarato. Manifestazioni di solidarietà sono giunte anche da Donald Tusk, ex premier polacco e cofondatore dell’ex partito di Adamowicz: “Preghiamo per il sindaco.

Pawel, siamo con te”. Jerzy Owasiak, leader della Wosp, ha criticato il clima di odio generato dal governo conservatore e giudicato responsabile di aggressioni come quelle ad Adamowicz.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.