×

Putin annuncia pagamenti aggiuntivi per i medici che combattono il coronavirus

Condividi su Facebook

I medici che lavorano al COVID avranno un aumento di stipendio automatico: l'annuncio di Vladimir Putin.

vladimir putin annuncia pagamenti aggiuntivi per i medici
vladimir putin annuncia pagamenti aggiuntivi per i medici

Il presidente russo Vladimir Putin annuncia pagamenti aggiuntivi per i medici che combattono il COVID e sostiene che la Russia ha tutto quello che le occorre per superare qualsiasi scenario. I medici riceveranno un aumento di stipendio di 80.000 rubli al mese (circa 1.059 euro), infermieri di 50.000 rubli (662 euro) e paramedici di 25.000 rubli (331 euro).

Putin: “Pagamenti aggiuntivi per i medici”

Nella giornata di mercoledì 7 aprile, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato un aumento delle retribuzioni per medici e operatori sanitari che lavorano con pazienti che sono risultati positivi al coronavirus. “Credo che sia necessario stabilire per tre mesi, da aprile, un pagamento federale speciale per gli specialisti che lavorano direttamente con i pazienti coronavirus e che rischiano la loro salute ogni minuto” ha detto il capo di Stato.

I medici riceveranno un aumento di stipendio di 80.000 rubli al mese (circa 1.059 dollari), infermieri di 50.000 rubli (662) e paramedici di 25.000 rubli (331).

L’aumento andrà a beneficio anche degli addetti alle ambulanze.

Putin ha anche proposto di estendere il rinvio dei contributi al sistema di sicurezza sociale per tutte le piccole e medie imprese del paese colpito dalla pandemia coronavirus.

“Supereremo qualsiasi scenario”

Vladimir Putin ha anche assicurato che la Russia, che ha attraversato molte sfide nel corso della sua storia, riuscirà a sconfiggere il Covid-19.

Il rappresentante russo ha sottolineato che il Paese ha i mezzi per risolvere i problemi in uno qualsiasi dei possibili scenari di sviluppo della situazione coronavirus. Avverte anche che non sarà possibile gestire l’emergenza senza subire alcune perdite, che, tuttavia, possono essere minimizzate.

A questo proposito, Putin ha invitato i cittadini a rispettare il regime di autoisolamento, dal quale la svolta dipende dalla lotta contro il Covid-19.

“Lavoreremo con fiducia e […] professionalmente. Sottolineo che per questo abbiamo tutto quello che ci occorre: una situazione macroeconomica stabile, un debito minimo statale, un solido ‘airbag’ sotto forma di riserve accumulate negli anni precedenti.

Ci sono modi per risolvere i problemi in uno qualsiasi dei possibili scenari. Infine, abbiamo esperienza nel superare le crisi degli ultimi anni”, ha sottolineato Putin.

Giovedì 2 aprile, Putin ha prolungato il regime dei giorni non lavorativi senza perdere i salari in Russia fino al 30 aprile per frenare la diffusione del coronavirus. In precedenza, il capo di Stato ha annunciato una serie di misure per alleviare l’impatto del coronavirus sull’economia nazionale e sulla vita dei cittadini, nonché la sua decisione di rinviare la data del voto dei cittadini alle modifiche alla Costituzione russa.

Mercoledì la Russia ha registrato 1.175 nuovi casi di Covid-19 in 56 regioni del Paese, portando il totale a 8.672. Il bilancio dei morti è salito a 63.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.