×

Coronavirus, l’idea dei ristoranti aperti: tavoli con i manichini

Condividi su Facebook

Riaprire i ristoranti, tenere le distanze di sicurezza e applicare le norme igeniche: tanti posti vuoti. Come riempirli? Con dei manichini ai tavoli.

multe mille euro senza mascherina campania

Coronavirus e ristoranti aperti, come fare? L’idea arriva da Hannover, dove i locali hanno già aperto: “Riempire i locali con manichini seduti ai tavoli”. In Italia è iniziato il countdown.

Tavoli e manichini

Il coronavirus ha chiuso le porte di tutti i ristoranti nel mondo, che hanno potuto – in un primo momento – fare d’asporto o domicilio.

In Italia, con l’annunciata riapertura dei locali al 18 maggio, è iniziato il countdown: presto si tornerà a consumare al tavolo, sempre e solo seguendo le norme di sicurezza imposte dall’emergenza Covid-19. Tanti i tavoli che dovranno rimanere vuoti, e da qui l’idea di posizionare dei manichini per riempire i locali vuoti.

La pensata arriva direttamente da Hannover, nella regione tedesca della Bassa Sassonia, dal ristorante Haase di Laatzen, dove i ristoranti hanno riaperto prima.

Nel locale solo un tavolo su due poteva essere occupato, rispettando ovviamente la distanza minima di due metri e, per non far sentire soli i clienti, i proprietari hanno avuto l’idea di “affollare” un po’ di più il locale con la particolare trovata.

L’idea di Haase

Nonostante in un primo momento gli ospiti sono apparsi confusi di fronte l’idea, una volta abituaticisi l’hanno trovata divertente, pur qualcuno ancora leggermente inquietato dalla cosa, ha raccontato la Bild, citando la proprietaria Ulrike Haase. Nella regione, dalla giornata di lunedì 11 maggio hanno potuto riaprire trattorie, birrerie all’aperto, caffè ed altri locali, sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza e con l’obbligo di registrare i dati dei clienti per ricostruire una potenziale catena di contagi.

Niente fiori, saliere o pepiere sui tavoli e nessun menù che dovrebbe passare di mano in mano. I piatti si scelgono online.

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lavinia Nocelli

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.