×

Londra: focolaio Covid in un ospedale, isolate 70 persone

Condividi su Facebook

Londra, focolaio di Covid in un ospedale. Sono 70 i dipendenti che devono osservare isolamento obbligatorio, mentre se ne indagano i contatti.

Covid, focolaio in ospedale a Londra
Londra, focolaio Covid in ospedale.

Focolaio di Covid presso l’ospedale Hillingdon di Londra, ora il pronto soccorso è chiuso come forma precauzionale. Sono 70 i dipendenti che devono osservare isolamento ma gli altri reparti, compreso quello di maternità, rimangono aperti.

Londra, focolaio di Covid in ospedale

Ne ha dato comunicazione la stessa direzione dell’ospedale NHS Hillingdon: “Un focolaio di Covid-19 è stato dichiarato il 3 luglio 2020, al 7 luglio alcuni membri dello staff sono in isolamento, alcuni dei quali risultano positivi alla malattia”.

Le emergenze ambulanziere sono quindi dirottate verso altre strutture, così come i ricoveri urgenti, il tutto rimare però in aggiornamento quotidiano. L’ordine ai dipendenti rimasti in servizio, è quello di rimanere a casa e isolarsi qualora si presentino sintomi riconducibili al Coronavirus.

L’ospedale sta cercando di agire tempestivamente per bloccare il focolaio, disinfettando l’ambiente e rafforzando l’igiene delle mani oltre che il rispetto del distanziamento.


Misure restrittive per arginare il focolaio

“Assieme ai manager della struttura, la sanità pubblica locale e il Joint Biosecurity Centre, stiamo fornendo consulenza sul come fermare i contagi”, spiega il professor Kevin Fenton, direttore regionale della Public Health England, “Faremo di tutti affinché l’ospedale NHS Hillingdon possa tornare alla normalità quanto prima”.

L’auspicio è quello di riuscire a contenere il focolaio, nel frattempo le autorità si stanno occupando di tracciare tutti i contatti dei dipendenti risultati positivi al virus.

È possibile che non si tratti di un caso isolato, visti i folli assembramenti di persone al primo giorno di riapertura dei pub a Londra. Risse, uomini nudi per strada, persone ubriache e nessun rispetto delle norme anti Coronavirus: la città sembrava fuori controllo.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.