> > Cina, ritorna la paura del Covid e in alcune città anche il lockdown

Cina, ritorna la paura del Covid e in alcune città anche il lockdown

cina-ritorna-covid-lockdown

La paura del virus è tornata anche dove tutto era iniziato. La Cina è nuovamente in lockdown e i contagi continuano a salire.

Il Covid in Cina ritorna a fare paura e a mettere in lockdown varie parti del Paese che sono state chiuse per non amplificare i contagi.

Cina, ritorna il Covid e il lockdown

La Nazione da cui tutto è nato, la Cina, appare di nuovo sotto l’ondata del Covid-19. Mercoledì 13 gennaio sono stati registrati 115 nuovi casi accertati di virus. Questo è il valore più alto registrato dal 30 luglio 2020. In un solo giorno la Cina ha raddoppiato i contagi del giorno precedente che ammontavano a 55. Non più Wuhan la città più colpita, ma la provincia più preoccupante è lo Hebei, al confino con Pechino, dove si sono raggiunti 90 casi di contagio.

Un’altra zona particolarmente colpita è anche Heilongjiang dove si sono registrati 16 casi confermati.

Per questo motivo si è subito tornati in lockdown in tre delle città della zona dello Hebei. 22 milioni di persone sono state messe in quarantena e sottoposte alle restrizioni della prima fase. In totale, dall’inizio della pandemia da Coronavirus, in Cina i contagi sono stati 87 mila 707. Il numero di decessi è di 4 mila 634.

Anche la provincia dello Heilongjiang ha dichiarato lo stato di nuova emergenza da virus e gli abitanti sono stati messi in lockdown. Oltre 5 milioni di cinesi sono costretti a casa e obbligati a non lasciare la provincia se non per assoluta necessità. In totale, tra le due province più colpite, sono oltre 28 milioni gli abitanti sottoposti a restrizioni.

Una situazione che mette in allerta nuovamente lo Stato che per primo era riuscito a sconfiggere la pandemia.

Le immagini del capodanno a Wuhan avevano fatto il giro del mondo e avevano donato un po’ di speranza. Ma sembra sempre più concreta una nuova triste ondata anche per il Paese dove tutto è nato.