×

Fausto Pellegrinetti arrestato in Spagna

Condividi su Facebook

E' terminata ieri la latitanza di oltre 15 anni del boss Fausto Pellegrinetti, considerato elemento di spicco della nuova Banda della Magliana.

Fausto Pellegrinetti, considerato un elemento di spicco della “nuova Banda della Magliana”, è stato arrestato dalla squadra mobile di Roma in Spagna, dopo due anni di indagini. Il boss, 76enne, si nascondeva dietro vari falsi nomi. Era ricercato da più di 15 anni poiché condannato in via definitiva a 13 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico e al riciclaggio.

La cattura di Fausto Pellegrinetti

Il latitante è stato arrestato ieri in Spagna. La località nella quale è avvenuto l’arresto non è ancora stata resa disponibile dalle forze dell’ordine. Si sa soltanto che l’arresto è avvenuto nel primo pomeriggio. La cattura è stata ottenuta dalle ricerche della nostra polizia italiana in collaborazione con la polizia nazionale spagnola UDYCO Central. Il superlatitante utilizzava diversi nomi per mimetizzarsi: Franco Pennello, Enrico Longo, Giulio Dedonese.

Probabilmente il criminale verrà estradato in Italia nei prossimi giorni, non essendo coinvolto in processi in Spagna.

La nuova Banda della Magliana

L’organizzazione, già dal nome richiama la Banda nata nella seconda metà degli anni Settanta nel quartiere romano della Magliana.

Ovviamente il contesto nella quale opera non è paragonabile a quello in cui si trovò ad operare la banda capeggiata da Giuseppucci, Abbatino e De Pedis. I reati commessi sicuramente simili (traffico di droga, controllo gioco d’azzardo, rapine) ma l’importanza criminale molto differente. Se infatti la vecchia Banda era al centro di complesse manovre politiche orchestrate con la complicità dei servizi segreti e settori dello Stato deviati, criminalità organizzata, la nuova Banda risulta meno infiltrata negli apparati deviati. Inoltre, quel ruolo, come si sa, è stato poi proseguito da Massimo Carminati e i suoi sodali, quasi tutti arrestati nell’ambito dell’inchiesta “Mafia Capitale”


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche